Dicuonzo Juve Stabia
Dicuonzo Juve Stabia

Dicuonzo: “Catanzaro-Juve Stabia finirà con un pareggio”

Stefano Dicuonzo, ex difensore di Juve Stabia e Catanzaro, ci ha parlato del big match di domenica prossima

Stefano Dicuonzo, ex difensore di Juve Stabia e Catanzaro, è intervenuto nel corso della trasmissione “Juve Stabia Live”.

Le dichiarazioni di Dicuonzo sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“E’ un campionato molto particolare ed equilibrato. Tranne il Bari che dovrebbe essere la candidata al titolo ci sono squadre come il Monopoli che stanno facendo bene. Il Catanzaro – aggiunge Dicuonzo – non sta facendo bene con tre sconfitte nelle ultime quattro e l’Avellino sta risalendo. La Juve Stabia nelle ultime 4 partite col nuovo mister sta facendo molto bene.

L’Avellino non ha fatto una bella partenza. Conoscendo il mister Braglia e come lavora, queste squadre per carburare ci impiegano un po’ di tempo. Già ora qualche punto sul Bari ha iniziato a recuperarlo e potrebbe recitare un ruolo di primo piano nel prosieguo della stagione.

Conoscendo mister Calabro, il Catanzaro vorrà fare la partita contro le Vespe e questo potrebbe esporlo ad eventuali contropiedi e ripartenze. Con Sottili la Juve Stabia – continua Dicuonzo – è molto più quadrata, e questo denota una coesione di squadra non indifferente. Sarà sicuramente una bella partita e chi sbaglierà meno vincerà la gara.

Ho smesso di giocare da due anni e sto studiando da allenatore. Sono stato con Braglia a Cosenza nello staff. E’ stata una bella esperienza che mi ha dato molto. Grazie a lui e a tutto lo staff che mi hanno dato molto.

Ogni anno parliamo di abbassamento del livello della Serie C. Dieci anni fa sicuramente la Serie C era un altro campionato rispetto a un anno fa. Ma negli ultimi 5 anni il livello è stato sempre più o meno questo attuale. Anni addietro – aggiunge Dicuonzo – c’erano giocatori che scendevano dalla Serie A in età non molto avanzata. Poi le regole dei giovani hanno in parte fatto scendere il livello. I giovani devono giocare se lo meritano. Speriamo che negli anni prossimi si vedranno risultati anche nelle nazionali.

Nel primo anno di Serie B a inizio anno ti poteva dare una spinta in più il dover recuperare i punti di penalizzazione. Ma poi nelle partite finali quei 5 punti in più ci potevano dare qualcosa in più e ci avrebbero fatto comodo.

Come piazze a livello di calore del pubblico Castellammare e Catanzaro sono molto simili. La Juve Stabia è stata più fortunata negli ultimi anni. Catanzaro vive ancora di fasti passati che ormai sono andati. Sono tre anni che provano il salto ma ci vuole un ciclo per programmare. Pian piano arriverà il salto diretto. Abbiamo visto squadre come Cittadella e Pordenone. Se si programma bene, i risultati arrivano. Catanzaro-Juve Stabia – conclude Dicuonzo – finirà con un pareggio secondo me”.

Ascolta la WebRadio