valle metropolis juve stabia
valle metropolis juve stabia

Valle: “Per Panico non è un problema tecnico ma di personalità”

Tiziano Valle, giornalista di Metropolis Quotidiano e speaker del "Romeo Menti", ha commentato il momento delle Vespe

Tiziano Valle, giornalista di Metropolis Quotidiano, è intervenuto nel corso della trasmissione “Il Pungiglione Stabiese”.

Le dichiarazioni di Tiziano Valle sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Il gol di Bentivegna è una giocata molto intelligente, riuscita benissimo. Il portiere del Potenza parte quando il pallone supera la barriera e in quel momento non ci può più arrivare. Lui non si aspetta quella giocata, vede il pallone troppo tardi.

Gli under vanno aspettati, con i giovani bisogna avere pazienza. Forse nessuno di quelli che hanno criticato Stoppa nel gol fallito col Palermo lo rifarebbero ora. Con un po’ di fiducia in più Stoppa sta rendendo al massimo delle sue potenzialità. Il fatto di avere un allenatore – aggiunge Valle – che ti conosce è un incentivo a fare bene e ti facilita le cose. Stoppa è quello che meglio sfrutta Eusepi, si inserisce al meglio negli spazi che crea Eusepi.

Per Panico non è un problema tecnico ma di personalità. Ha giocato tutte le gare sia con Novellino che con Sottili. Se è un problema di fiducia è un problema tutto suo. Credo c’entri la personalità. Un giocatore di personalità – continua Valle – si tira fuori dalle difficoltà al momento opportuno. Spero possa scattare la scintilla da un momento all’altro.

Bentivegna secondo me spreca troppe energie, recupera molti palloni e quando arriva il momento della giocata è poco lucido. Se impara a gestirsi meglio può diventare un calciatore decisivo. E’ un ragazzo che sta crescendo e insieme a Panico non è stato mai messo in discussione.

La continuità può arrivare da alternative prese sul mercato che in questo momento mancano. La scarsa competizione per la maglia può abituare qualcuno a sedersi un po’ sugli allori. Qualche alternativa in più – continua Valle – in qualche ruolo può contribuire ad ottenere migliori risultati in campionato. Si eleva in questo modo il livello di competitività della squadra.

Non è un caso se al di là dei gol segnati da Eusepi, si iniziano a vedere dei gol anche da altri trequartisti. Eusepi fa un lavoro anche oscuro – continua Valle – fatto di sportellate ma è un lavoro prezioso per tutta la squadra. Sono convinto che il lavoro oscuro fatto da Eusepi è importantissimo per la squadra.
Mi auguro che Panico non vada via. Anche Orlando lo scorso anno non si era espresso al meglio nel girone di andata per problemi fisici ma poi è esploso nel girone di ritorno. Spero che Panico resti alla Juve Stabia e dia un contributo importante alla squadra nel prosieguo della stagione.

Dipendesse da me farei giocare ogni volta Troest e poi il resto dei difensori. Ma la Juve Stabia ha una difesa che ha minutaggi altissimi per la categoria. In questo momento il giocatore imprescindibile per la difesa della Juve Stabia è Marco Caldore. Sa difendere bene – continua Valle – e sa far partire l’azione dal basso nella costruzione del gioco. Cinaglia quando ha giocato non ha mai demeritato. Si abbina bene con Caldore, forse meno con Tonucci. Dal punto di vista tecnico la coppia Caldore-Cinaglia ci sta.

Nelle prime dieci giornate abbiamo cambiato 3 portieri. Il portiere è un ruolo particolare. Deve sentire la fiducia sin dal lunedì. In questo momento – conclude Valle – si è scelto di puntare su Sarri giustamente. Con i giovani bisogna avere pazienza e bisogna puntarci”.

CAMBIA GDPR