Sbarchi a Lampedusa, in 700 l’hanno raggiunta su dei barconi

Altri sbarchi oggi a Lampedusa. Solo qualche giorno addietro erano arrivati in circa 200 che si aggiungevano ai 100 in un tendono sul molo

Altri sbarchi a Lampedusa. La prima barca di legno di 20 metri, con a bordo 325 persone a bordo, è stata intercettata a 8 miglia da Lampedusa. Nelle prime ore della mattina sono arrivati al porto 98 uomini, quasi tutti del Bangladesh, intercettati a tre miglia e mezzo da Lampedusa su imbarcazione di legno con motore fuoribordo, lasciata alla deriva. Alle 8.45 circa una motovedetta della Guardia di finanza ha scortato altri 16 migranti di nazionalità tunisina, tutti uomini, su una imbarcazione in legno di circa sei metri con motore fuoribordo.  Inoltre un peschereccio in ferro in avaria, intercettato a circa tre miglia da Lampedusa, è stato poi recuperato dalle motovedette della Capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza che hanno sbarcato sul molo Favaloro 398 migranti di varie nazionalità, di cui 24 donne e 6 bambini.

Salgono quindi a oltre settecento i migranti sbarcati stamane sull’isola. Giorni addietro, il 5 maggio, in poche ore c’erano stati tre sbarchi di circa 200 persone tra la notte precedente e la mattina e che sono andati ad aggiungersi alle cento che avevano trascorso due giorni all’addiaccio sul molo Favaloro sotto il riparo di un tendone. Tutti sono stati trasferiti all’hotspot dell’isola previsto per un numero di duecento.

“Oggi abbiamo avuto tre sbarchi con 325, 89 e 90 migranti. Ritengo ci saranno altri sbarchi…” Lo ha detto il sindaco di Lampedusa Toto’ Martello, intervistato a RaiNews24 “Sono stati trasferiti nel centro di accoglienza che era vuoto – ha aggiunto il primo cittadino – dove sono state avviate le procedure di identificazione e di screening per il Covid. Stasera speriamo di potere riuscire a trasferirli a bordo della nave quarantena. Lo avevo annunciato qualche tempo fa, con il bel tempo riprendono gli sbarchi e ritengo bisogna ritornare a parare del fenomeno immigrazione…”.

Il sindaco di Lampedusa ha protestato con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, la quale rispondendo ha annunciato l’arrivo di una nave che stazionerà tra Lampedusa e Pozzallo per ospitare per la quarantena eventuali migranti in arrivo.

Qualche giorno addietro erano scesi dalla Rubettino, una delle navi quarantena, i 183 soccorsi ad aprile dalle ong Alan Kurdi e Aita Mari, che hanno concluso il periodo di isolamento sotto la vigilanza della Croce Rossa a cui è affidata la gestione della nave. I migranti sono stati trasferiti in centri di accoglienza in attesa della redistribuzione in Europa secondi la richiesta che è stata fatta il 22 aprile dal Governo tedesco visto che la Alan Kurdi batte bandiera tedesca, così come aveva chiesto il Ministro Lamorgese a Berlino.

Adduso Sebastiano

(tutte le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Commenta

ULTIME NOTIZIE

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV