Franceschiello( Cosenza): “Questo campionato va annullato”

97A84056 0562 4425 9E4E 6C31E7FB2C66
Ultimo aggiornamento:

Abbiamo sentito il collega di Cosenza, Davide Franceschiello, nel corso della puntata de “Il Pungiglione Stabiese”. Al collega cosentino abbiamo chiesto considerazioni sul momento che sta attraversando il nostro paese e non solo:

“A Cosenza la situazione legata al Covid é sotto controllo. I cosentini stanno rispondendo bene e le strade sono completamente deserte. Inoltre i decessi stanno calando e i contagi sono ormai pochi. Questo é frutto dei cittadini di Cosenza che stanno seguendo le regole.

Per quanto riguarda il calcio c’è da dire che non conosciamo bene gli effetti del virus sugli atleti che hanno superato il Covid. Io credo che sia irresponsabile tornare in campo, ci sono stati già troppi errori e non possiamo permetterci di far infettare nuovamente la gente. Non é normale far stare in casa la gente e poi programmare il ritorno in campo. Penso sia difficilissimo ripartire. Non per fare un favore al Cosenza ma penso che questo campionato vada annullato. Non si deve forzare il rientro perché si può compromettere anche la prossima stagione.

Anche il presidente del Cosenza, Eugenio Guarascio, la pensa come me sull’annullamento del campionato. Non si sa come torneranno in campo i giocatori dopo due mesi di stop forzato. Capisco le motivazioni di tutti ma per me l’annullamento é la scelta giusta.

Credo sia impensabile tornare a giocare anche per rispetto delle vittime innocenti e di quelle squadre che sono praticamente nel cuore dell’emergenza. Non credo che a Brescia, Bergamo o Cremona ci sia tanta voglia di tornare in campo.

Allenatore Cosenza? “Quasi tutti vogliono il ritorno di Piero Braglia dopo l’addio di Pillon. Il tecnico ex Juve Stabia é il deus ex machina di questa squadra e credo sia l’unico che possa salvare il team rossoblu. Anche il cosentino Occhiuzzi é bravo ma credo che Braglia sia il meglio possibile per il club.”

Cosenza- Juve Stabia é l’ultima giornata del campionato e, se si dovesse riprendere, si giocherebbe a fine luglio. Quando in condizioni normali parte il ritiro per la nuova stagione. É assurdo! Non si deve falsaré la prossima stagione e bisogna chiudere questa. Addirittura si valuta di giocare a porte chiuse fino a dicembre, ma che senso ha giocare così? Sarebbe solo business e si perderebbe l’anima del calcio. Si deve tornare con calma alla normalità, non forziamo niente!