Quantcast

Juve Stabia - Approfondimenti

Juve Stabia – il veleno dello Scorpione

Primo tempo supplementare della gara tra Casertana e Juve Stabia. Al minuto 94 Fabio Caserta manda in campo Daniele Paponi: qualche tifoso dei Falchetti, in tribuna, forte del proprio super attacco, ironizza chiedendo ad alta voce: “Paponi? Ma chi è?”. Il numero 10 gialloblù ci mette pochi minuti a farsi “riconoscere” dal pubblico del Pinto: assist per lo 0-1 di El Ouazni e rete personale a tempo praticamente terminato.

La parentesi, aperta e chiusa in pochi minuti, della partita del Pinto riassume in modo perfetto la carriera di Daniele Paponi. L’attaccante di Ancona ha sempre avuto e lasciato intravedere qualità, tecniche e non solo, importanti, per le quali avrebbe meritato una carriera ancor più rilevante di quella che quasi due stagioni fa lo ha portato alla Juve Stabia. Le prime presenze in Serie A, e le prime reti spettacolari, con Parma e Bologna, gli valsero il soprannome di “Scorpione”, animale in grado di essere letale nel giro di pochi secondi.

Anche a Caserta, Paponi ha mostrato il suo modo di essere micidiale per gli avversari. Giocate che lo hanno avvicinato a due degli attaccanti più importanti della recente storia stabiese: Tomas Danilevicius e Marco Sau. Per il vantaggio di El Ouazni, il numero 10 delle Vespe è infatti d’acciaio nel resistere, spalle alla porta, alle sportellate degli avversari, prima di servire alla perfezione l’accorrente partner d’attacco. L’azione che porta invece allo 0-2 è invece tutta di Paponi, che salta senza difficoltà la difesa dei padroni di casa, guarda al centro dell’area cercando l’assistenza dei compagni, scegliendo poi, giustamente, la conclusione personale. Due giocate, una alla Danilevicius (partner perfetto per la vena da bomber di Sau), ed una proprio alla Sau. Due modi differenti, ma efficaci, con cui lo Scorpione ha infettato gli avversari col suo veleno.

Giocate con cui, insieme al grande avvio di stagione in campionato, Paponi ha ancora una volta spazzato via le critiche che spesso lo vedono come bersaglio. Parole di stima assoluta per lui, le ha avute anche l’ex D.S. stabiese Vito Giordano nel corso della trasmissione Juve Stabia Live Talk Show, che ha confermato senza mezzi termini come l’attaccante delle Vespe sia un calciatore estraneo, per qualità ed intelligenza, alla Serie C.

Insomma, l’attaccante perfetto per Caserta, la punta che, se innescato sotto porta diventa letale, ma che è anche in grado di sacrificarsi, tra botte, sponde e falli, per i suoi angeli custodi: basta chiedere a Canotto, El Ouazni, Melara ed Elia quanto sia piacevole poter contare sul lavoro sporco del proprio numero 10. Non è un caso che Caserta, tra qualche sfottò e qualche battuta, si coccoli costantemente il proprio attaccante, considerandolo imprescindibile nella sua squadra, con qualsiasi modulo ed in qualsiasi match. Un animale, lo scorpione, che forse per apparenza intimorisce meno di altre bestie feroci, ma capace, con il suo veleno, di essere altrettanto letale.

Di questo passo, la “collaborazione” tra le Vespe e lo Scorpione, rischia di diventare fatale per molti altri avversari.

Raffaele Izzo

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania