Violenza sessuale presso la stazione di San Zeno N: custodia cautelare

Violenza sessuale

Nel corso della serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Brescia traevano in arresto, per violenza sessuale, un uomo cl. ’58, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Brescia.

Il provvedimento cautelare veniva emesso a conclusione di indagini eseguite dai militari a seguito di un intervento effettuato in data 3 giugno 2021 per violenza sessuale presso la stazione ferroviaria di San Zeno Naviglio.

La notte del 3 giugno infatti perveniva una richiesta di intervento tramite NUE 112 da parte di alcuni passeggeri che si trovavano a bordo del treno regionale Brescia-Parma, i quali riferivano che un uomo, dopo essere salito sul convoglio alla stazione ferroviaria di Brescia ed essersi seduto accanto alla vittima, una ragazza di minore età, la molestava palpeggiandole più volte le gambe ed i fianchi.

L’uomo, dopo averle bloccato con un braccio la testa la baciava più volte contro la sua volontà. Fortunatamente la vittima non riportava lesioni e il tempestivo intervento dei militari consentiva di porre in sicurezza la minore e identificare compiutamente l’aggressore non appena sceso dal treno.

Le attività di indagine prontamente poste in essere dagli investigatori, permettevano di raccogliere elementi probatori a sostegno di quanto accaduto, consentendo di cristallizzare le responsabilità in capo al reo in maniera incontrovertibile.

L’Arrestato veniva tradotto presso la casa circondariale “NERIO FISCHIONE” di Brescia.

Violenza sessuale presso la stazione di San Zeno N: custodia cautelare / Redazione Lombardia / Cristina Adriana Botis