26.5 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

venerdì, Maggio 27, 2022

Juve Stabia, tempo di bilancio e di riflessione in vista della prossima stagione

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Juve Stabia, dopo i playoff sfumati solo per il -2 di penalizzazione è tempo di riflessione per ciò che potrà essere il futuro della società e della squadra gialloblè nella prossima stagione in un campionato che si preannuncia ancora una volta ostico con tante squadre blasonate ai nastri di partenza.

Inutile dire che la partita più importante per la Juve Stabia è quella che si sta disputando in questi giorni in Tribunale con la richiesta di ristrutturazione del debito presentata dalla società stabiese. Nel corso della prossima settimana o di quella ancora dopo dovrebbe arrivare la risposta del Tribunale, comunque non oltre il 31 maggio che rappresenta la vera deadline di tutta la vicenda.

Importante la tempistica perchè ad un’eventuale risposta positiva del Tribunale seguirebbero una serie di adempimento economici e passaggi burocratici per la Juve Stabia che andranno ultimati entro la data del 31 maggio affinché anche la Co.Vi.Soc. recepisca la decisione del Tribunale in prospettiva dell’iscrizione al prossimo campionato.

Dalla risposta del Tribunale dipenderanno i progetti futuri della Juve Stabia con la società che ha comunque pronto anche un piano alternativo nel caso in cui malauguratamente l’esito del concordato non dovesse essere positivo.

LA SCELTA DEL NUOVO DS PER LA JUVE STABIA.

Il primo nodo dovrà necessariamente essere quello della scelta del nuovo allenatore e del nuovo direttore sportivo. Con la prima che sarà inevitabilmente legata alla seconda scelta.

Walter Novellino ha operato bene nel corso dell’ultima stagione riportando una media punti di 1,53 punti a gara rispetto agli agli 1,38 fatti registrare di media da Stefano Sottili nel corso del suo interregno dopo l’esonero iniziale di Novellino conseguente alla sconfitta interna col Picerno.

L’unico rammarico probabilmente è stato quello proprio dell’esonero di Novellino perchè con il tecnico ex Napoli e Samp la Juve Stabia aveva raggiunto una solidità e un equilibrio di squadra, naufragato poi durante il periodo di mister Sottili che con il suo 4-2-3-1 ha esposto le Vespe a brutte figure soprattutto fuori casa dove sono state inanellate tante sconfitte consecutive.

Con il ritorno di Novellino in panchina, fatta eccezione per la trasferta di Monterosi, la Juve Stabia ha chiuso molto bene il campionato accrescendo i rimpianti per i playoff sfumati alla fine solo per il -2 di penalizzazione. Novellino nel corso dell’ultima conferenza stampa nel post della gara col Francavilla ha però evidenziato il desiderio di ripartire dalla categoria superiore l’anno prossimo e quindi difficilmente si ripartirà da lui.

Primaria rispetto alla scelta del nuovo allenatore sarà anche quella del nuovo ds. Ovviamente entrambe le scelte dipenderanno molto dall’esito del concordato e anche dagli obiettivi che si prefiggerà la Juve Stabia. Nelle scorse settimane si è vociferato molto sul possibile arrivo di Francesco Montervino, ex capitano del Napoli, ds giovane che ha fatto molto bene col Nola e poi col Taranto con cui ha vinto un campionato di Serie D e con cui ha ottenuto una salvezza tranquilla quest’anno prima del divorzio con il club pugliese.

Il sogno degli stabiesi è ovviamente rappresentato da un ritorno di Salvatore Di Somma, stabiese doc ma soprattutto ds nell’anno della fantastica promozione in Serie B del 2011 e nei due ottimi campionati in cadetteria dei due anni successivi con l’arrivo a Castellammare di tanti calciatori che ancora oggi vanno per la maggiore tra Serie A e Serie B.

QUALI CALCIATORI RAPPRESENTERANNO LA BASE DI PARTENZA DELLA JUVE STABIA DEL PROSSIMO CAMPIONATO?

Ma chi resterà alla Juve Stabia dei calciatori protagonisti dell’ultima stagione appena conclusa in gialloblè? La Juve Stabia ha diversi giocatori di proprietà e molto probabilmente si ripartirà proprio da questo blocco di partenza su cui andare a innestare pedine per la squadra del prossimo campionato.

Analizzando reparto per reparto la rosa attuale della Juve Stabia, sono diversi i calciatori già contrattualizzati da cui si potrebbe ripartire il prossimo anno. In difesa sono diversi i giocatori sotto contratto: Sarri (che tornerà dal prestito al Cosenza), Russo, Dini, Cinaglia, Peluso, Dell’Orfanello, Caldore, Tonucci, Panico. Per rendimento sicuramente la Juve Stabia dovrà ripartire da calciatori come Dini e Caldore che sicuramente hanno rappresentato il top della difesa gialloblè.

A centrocampo c’è un trio di calciatori da cui sicuramente bisognerà ripartire per la Juve Stabia del futuro: Scaccabarozzi (impiegato in più ruoli quest’anno e sempre con un più che soddisfacente rendimento), Schiavi (venuto fuori alla grande nella seconda parte del campionato) e Altobelli (autore di un più che buono finale di stagione).

In attacco sicuramente un calciatore da cui ripartire potrebbe essere Accursio Bentivegna (sicuramente il più tecnico e talentuoso degli avanti gialloblè) ma anche i giovani Della Pietra e Guarracino (fiori all’occhiello del settore giovanile della Juve Stabia) hanno dato un buon contributo nel corso dell’ultima stagione e potrebbero suscitare l’attenzione del prossimo allenatore della Juve Stabia che verrà.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy