Quantcast

Pompei, Regio V scavi 2018
Archeologia

Pompei, riaffiora la fontana del “Bianconiglio”

Proprio dalle Regio V, dove si sono concentrati gli scavi proprio in questi ultimi mesi, riemerge la fontana a cui apparterrebbe la statua del coniglio

Pompei – Avevamo pubblicato ieri un articolo su un ritrovamento postato dal Direttore Massimo Osanna di un coniglietto di cui avevamo ipotizzato fosse un elemento ornamentale di una fontana (articolo qui).

Il direttore ancora una volta ci delizia con altre immagini di spettacolari ritrovamenti. Proprio dalle Regio V, dove si sono concentrati gli scavi proprio in questi ultimi mesi, riemerge la fontana a cui apparterrebbe la statua del coniglio.

Dalla domus su cui gli archeologi stanno concentrando le proprie, dal giardino è venuta fuori dai cumuli di lapilli e terra un’incantevole fontana decorata con colori policromi.

Piccoli tasselli di mosaico policromato adornano la fonte d’acqua posta sul giardino della Domus patrizia.

Il ritrovamento sembrerebbe ricordare la fontana  della “Casa della Fontana Piccola“, restaurata nel 2015. La Fontana-Ninfeo di questa domus era riccamente decorata con mosaici variopinti e statue.

Ancora un nuovo elemento che sbalordisce il pubblico di appassionati. Ciò che colpisce non è sua unicità, ma per la bellezza che ne racchiude in ogni piccola tessera che compone la fontana.

a cura di Dionisia Pizzo.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania