30 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Agosto 8, 2022

Sarri, il nuovo che avanza a difesa della porta gialloblè – Sotto La Lente

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Edoardo Sarri, classe 1999, rappresenta il nuovo che avanza a difesa della porta gialloblè. Il suo rendimento, dopo qualche lieve incertezza iniziale figlia anche della sua giovane età, sta crescendo di partita in partita fino ad imporsi come il titolare del ruolo nella Juve Stabia.

Sarri ha rappresentato anche cronologicamente questa estate il primo acquisto nella sessione estiva di mercato per la rosa gialloblè della stagione agonistica 2021-2022.

La carriera e le caratteristiche tecniche di Edoardo Sarri.

Sarri, nativo di Prato, è cresciuto nelle giovanili della Fiorentina. Alto 1,87 m. è bravo con i piedi (usa prevalentemente il destro) ed è molto migliorato nelle prese alte. Inoltre è bravo nelle uscite come ogni portiere moderno deve essere e molto reattivo tra i pali. Sarri ha giocato tra le altre con Carpi, Correggese e Pontedera, squadra in cui ha giocato nell’ultima stagione.

Portiere di buon affidamento, ha disputato un’ottima stagione nell’ultimo campionato di Serie C col Pontedera lo scorso anno, collezionando ben 37 presenze. A dispetto quindi della giovane età e come lui stesso ha tenuto a precisare nel corso dell’ultima conferenza stampa nel post-gara della vittoriosa sfida col Bari, non si tratta di una scommessa perchè lui nello scorso anno era già stato titolare col Pontedera in Lega Pro.

Dotato di spiccata personalità che Sarri dimostra non solo sul terreno di gioco ma anche nell’esprimersi mediaticamente come ha dimostrato in conferenza nell’ultima conferenza stampa domenica scorsa: “Vengo da un anno dove ho sempre giocato a Pontedera che è stato un percorso di crescita molto importante. Era importante per me consolidare questo percorso e penso che stia andando bene. Il percorso sicuramente è positivo. Sulle prese alte non credo ci siano stati problemi in precedenza e neanche ce ne sono ora. A inizio anno magari alcune letture delle azioni si capiscono meno. Ora sicuramente meglio di due mesi fa e spero si migliori sempre nelle letture. Giocando si migliora ogni giorno di più. Per ciò che concerne le critiche, non mi sono mai state fatte critiche da parte del mister neanche dopo i due gol presi a Torre”. 

Da applausi una sua grande parata salva-risultato nel finale arroventato della gara con il Messina quando ha tolto dalla porta la sfera, dimostrando grande reattività, su un perfetto colpo di testa di Sarzi Puttini. Una parata da 3 punti come anche molto bene si è disimpegnato nella sfida col Bari in cui è stato impegnato poco ma quelle poche volte che è stato chiamato in causa ha sempre risposto presente da par suo come sicuramente dimostrerà anche per il prosieguo della stagione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy