23.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

mercoledì, Agosto 10, 2022

Juve Stabia | Giuseppe Langella: “Noi non rientriamo nel minutaggio”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Giuseppe Langella, socio e fratello del presidente della Juve Stabia, Andrea Langella, è intervenuto telefonicamente nel corso della trasmissione “Juve Stabia Live”

Juve Stabia | Giuseppe Langella: “Noi non rientriamo nel minutaggio”

 

Giuseppe Langella, socio e fratello del presidente Andrea Langella, è intervenuto telefonicamente nel corso della trasmissione “Juve Stabia Live”. Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Volevo specificare che noi non rientriamo nel minutaggio perchè ci sono dei valorizzati che noi non abbiamo. Perchè sono tutti sotto contratto, parlo dei giovani, e altri sono prestiti. Non rientriamo nella categoria del minutaggio che fanno tante altre società in Serie C.

Ringrazio tutti i tifosi di Castellammare. Sono 4 mesi e mezzo e ho visto che è una piazza molto esigente e spesso hai paura di sbagliare. Ci stiamo attrezzando bene in società e d’ora in poi le cose andranno sempre meglio. No9i vogliamo fare una squadra competitiva. All’inizio sono stati fatti degli errori perchè abbiamo dovuto fare tutto in pochi giorni. La società era ingessata nelle mani solo di mio fratello. Poi sono entrato io e si sono sbloccate parecchie situazioni che prima erano bloccate. 

Il mercato di gennaio è stato più duro di quello precedente perchè abbiamo contattato diversi giocatori come Monaco e anche di categorie superiori come qualcuno del Venezia. Ma loro non sono voluti scendere di categoria. Nel mercato di gennaio nessuno si priva di giocatori che ha in rosa. Ancora di meno le nostre dirette concorrenti. E’ stato un mercato difficile e dispendioso di energie. Sono arrivati calciatori importanti per la categoria. Parlo ovviamente di quelli di proprietà. 

Il progetto triennale? Finche c’è vita c’è speranza. Anche questo campionato non è perso. Ci sono 15-16 gare da giocare. Spero di arrivare nei playoff e nella posizione migliore possibile. Il progetto triennale significa che ce la metteremo tutta ma speriamo che la Serie B venga anche prima. Sarà sempre il campo a decidere. Noi prendiamo calciatori ma poi infortuni o altro posso incidere anche negativamente. Vedete l’esempio del Bari che ha speso forse più di 11 milioni ed è a 11 punti dal primo posto. Sono tanti milioni per costruire una squadra per vincere. 

Oggi abbiamo in prova un calciatore straniero. Il mercato per noi non è finito. I 12-13 calciatori titolari non li abbiamo proprio toccati. Qualcuno che è andato via è perchè hanno chiesto loro di andare via. Chi scende in campo deve dare tutto. Gente scontenta a Castellammare che ci chiede di essere ceduta l’accontentiamo. Ci sono stati un paio di elementi che ci hanno spiazzato perchè ci hanno chiesto di andare via alla fine. Per noi però il mercato ancora non è chiuso del tutto. 

Rinnovo di Mastalli? La società gli ha proposto un contratto abbastanza lungo ma non so se loro accetteranno. Stanno decidendo. La Juve Stabia non vuole mandare via Mastalli. Se al 30 giugno lui e il procuratore decideranno di cambiare aria noi non ci potremo fare niente. 

Noi abbiamo già l’ossatura per l’anno prossimo perchè il 70% dei calciatori della Juve Stabia sono già di proprietà. Non siamo pieni ancora come prestiti e non raggiungiamo ancora il livello di 8-9 elementi. La maggior parte della nostra rosa è tutta di nostra proprietà”. 

 

a cura di Natale Giusti 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy