Manniello 200419

Juve Stabia, Manniello: Più forti dei torti subiti e di chi mi ha infangato (VIDEO)

Al termine della gara che ha riconsegnato la Serie B alla Juve Stabia abbiamo ascoltato Franco Manniello, Patron delle Vespe. Queste le sue parole:

È una vittoria che dedico alla mia famiglia ed ai veri tifosi della Juve Stabia. È una rincorsa che dura da cinque anni e finalmente si è conclusa Quest’anno societario è stato pesante quanto dieci anni di gestione. È stato inversamente proporzionale rispetto ai successi della squadra: ho tenuto duro, ho protetto i ragazzi da dinamiche estranee e insieme a loro abbiamo conquistato un risultato enorme. Un giorno, dopo la fine del campionato, spiegherò a cosa mi riferisco, anche e soprattutto con riferimento ai leoni da tastiera che vogliono il male di questa città e di questa squadra. Io sono quello che nel 2014 è stato infangato insieme alla sua famiglia, questo non lo domenico ed è stato lo stimolo principale per farmi tornare in Serie B. Dopo i furti di Bassano e con la Reggiana non potevo arrendermi. Dedico questo risultato anche agli esperti di calcio che ad inizio stagione ci pronisticavano al nono/decimo posto. Un grazie enorme va a Fabio Caserta, alla squadra tutta, a Ciro Polito, a Clemente Filippi e ad ogni collaboratore.  Questo è un gioco dove contano gli uomini: la Juve Stabia nel 2011 è andata in Serie B grazie allo spogliatoio, che è retrocessa nel 2014 a causa dello spogliatoio e che oggi ritorna nel calcio che conta grazie ad un gruppo di uomini. Il merito è di Polito e Caserta più di tutti. I loro futuro? Ne riparliamo tra qualche settimana

VIDEO in allestimento

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.