35.9 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

domenica, Giugno 26, 2022

Juve Stabia – Catania (0-2): I voti ai calciatori gialloblè

Da leggere

Mario Vollono
Nato a Castellammare di Stabia, il 30 novembre 1973, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania. Diplomatosi in Informatica all'Istituto Tecnico Statale "R.Elia" di Castellammare di Stabia (Na) con il massimo dei voti ha conseguito la Laurea in Economia e Commercio Internazionale presso l'Università Parthenope di Napoli. Impiegato presso il Ministero della Pubblica Istruzione come Assistente Tecnico di Laboratorio per le discipline informatiche presso ITS "L. Sturzo" di Castellammare di Stabia (Na), esercita anche la professione di giornalista da diversi anni ed è Direttore Responsabile del quindicinale di informazione "NewsMania", oltre ad essere Vicedirettore del Network ViViCentro. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico dal titolo "Il Pungiglione Stabiese", su Vivi Radio Web

Juve Stabia – Catania è finita con una sconfitta netta delle Vespe.

La Juve Stabia perde l’imbattibilità casalinga che durava dalla gara del girone di andata con il Picerno. Vespe che, come già dimostrato a Palermo 3 giorni fa, praticamente non scendono in campo e restano in balia dell’avversario per tutti i 90 minuti.

Il risultato finale di 2 a 0 per gli etnei è anche meno pesante rispetto a quello che si è visto in campo.

La Juve Stabia è stata anche oggi una squadra senza idee che non è riuscita ad imbastire un’azione di gioco che sia catalogabile come azione da squadra professionistica.

La situazione di classifica si fa sempre più pericolosa e ora la gara con il Picerno in terra lucana diventa cruciale per le sorti finali del campionato.

Questi i voti ai calciatori gialloblè al termine di Juve Stabia – Catania

Dini 5: Cerca di dare tranquillità ad un reparto che oggi però fa acqua da tutte le parti, anche un errore in uscita da brividi.

Peluso 4,5: Dalle sue parti una sorta di porte aperte H24, molto leggero e non in possesso delle qualità che occorrono in questa categoria.

Troest 5: Prova di carattere ma molto deludente, all’inizio della contesa si fa sentire su Moro, ma alla distanza va in confusione.

Tonucci 5: Torna in campo dopo qualche settimana ma non nel modo adeguato si vede avversari dappertutto e non basta solo combattere.

Panico 4,5 : Una comparsata su quella fascia, il Catania fa il bello e cattivo tempo e domina.

Altobelli 5: Compitino e poco gioco, avulso in un centrocampo senza ne capo né coda.

Scaccabarozzi 5: Non serve solo correre a testa bassa senza riuscire a costruire nulla.

Ceccarelli 4,5: Da ex non pervenuto assolutamente in campo, poco pochissimo il suo contributo.

Stoppa 5: Anche oggi ad intermittenza, lontano dal suo standard non incide mai sul gioco.

Schiavi 5: Messo lì a sinistra un vero e proprio pesce fuor d’acqua, corre un po’ dappertutto ma sempre a vuoto.

Eusepi 5: Un deciso passo indietro anche rispetto a quel suo gioco oscuro per la squadra, oggi veramente pochissimo anche da parte sua.

Davi ( dal 46′) 5: Ci mette fisico e determinazione, ma anche oggi centralmente lo zero assoluto.

Della Pietra ( dal 46′) 5: Solita voglia di spaccare il mondo, ma in questo tipo di contese serve ben altro.

Bentivegna ( dal 60′) 5: Cerca di dare un contributo spingendo in avanti ma senza mai arrecare danni all’avversario.

De Silvestro ( dal 69′) s.v.

Esposito ( dal 69′) s.v.

Mr. Stefano Sottili 4: Va bene il tournover ma cambiare di sana pianta l’intero pacchetto arretrato è sembrato molto azzardato e purtroppo dagli esterni difensivi sono arrivate delle prestazioni inguardabili.

La sua squadra oggi fa un deciso passo indietro e sono venute meno anche quelle poche certezze casalinghe fondate su quel 4231 che alla lunga hanno portato a nudo tutti i limiti di questo gruppo, schierare ancora giocatori fuori ruolo (Schiavi) e non tener conto di come invece si possa giocare diversamente, fa pensare che si ci voglia suicidare calcisticamente a priori.

Questa pessima prestazione che gli si dà monito  e che lo faccia riflettere sul da farsi in campo e probabilmente anche fuori, Castellammare sportiva non merita lo squallore visto oggi.

A cura di Giovanni Donnarumma

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy