valle metropolis juve stabia
valle metropolis juve stabia

Valle: “Il divieto di trasferta è una sconfitta per il calcio”

Tiziano Valle, giornalista di Metropolis, ci ha parlato del derby Turris-Juve Stabia

Tiziano Valle, giornalista di Metropolis Quotidiano, è intervenuto nel corso della trasmissione “Juve Stabia Live”.

Le dichiarazioni di Tiziano Valle sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Il divieto di trasferta è una sconfitta per il calcio ma bisognerebbe parlare anche dell’inadeguatezza degli impianti sportivi. Spesso – aggiunge Valle – ci sono requisiti di sicurezza che non vengono rispettati. A Torre per consentire il pre-filtraggio è stata chiusa una strada intera. Un intero quartiere è ostaggio di questa situazione.

Ricordo a Castellammare la presenza di Longhi che affermò che Castellammare era uno dei posti più sicuri da questo punto di vista per la strada creata alle spalle della Curva Ferrovia.

E pensare che molti pensavano di risolvere tutto con la tessera del tifoso. Bisogna responsabilizzare le persone e punire chi sbaglia in tutti gli stadi senza limitazioni. Quando accadono episodi come quelli di Avellino-Paganese pagano tutti. Non so quante trasferte più saranno concesse – continua Valle – ai tifosi della Paganese. Per la colpa di pochi pagano tutti.

Turris-Juve Stabia? La Turris nelle prime giornate è stata la squadra migliore, gioco propositivo con la ricerca dell’attaccante e dei centrocampisti che si inserivano. Ma è una squadra che ha delle lacune. E’ una squadra che punta a fare un buon campionato e propone un gioco interessante. Quando hai delle lacune, ti manca la giocata del singolo in alcune partite.

La Juve Stabia ha fatto molto meno di quello che avrebbe potuto fare. Credo che la Juve Stabia sia stata costruita bene. Ci sono giovani interessanti come Donati, Stoppa e lo stesso Sarri. E ci sono elementi importanti come Tonucci, Eusepi. Mi auguro che prima o poi Panico metta la testa a posto e dica voglio fare il giocatore a grandi livelli. Ha grandi qualità – aggiunge Valle – ma deve fare il salto di maturità.

Non so come vorrà giocare il mister. Se giochi con il trequartista dietro le due punte forse è meglio mettere Stoppa al posto di Bentivegna.

Le assenze di Altobelli, Squizzato e forse Schiavi hanno un certo peso. Altobelli lo puoi sostuire con Davì, Squizzato con Berardocco, forse ti manca qualcosa se mancherà Schiavi che potrebbe essere l’assenza più pesante in mezzo al campo. Ma nel complesso parliamo di una rosa che offre delle garanzie al mister.

Il rinnovo di Berardocco e Scaccabarozzi è un segnale importante di continuità del progetto. Sento sempre parlare di un progetto triennale ed evidentemente la Juve Stabia su Berardocco e Scaccabarozzi si sente di scommettere. Sono rinnovi molto importanti dal punta di vista tecnico e progettuale.

Sottili? Non lo conosco ancora personalmente. Da un punto di vista tattico è presto per giudicare. E’ una persona schietta e lui diceva che questa è una squadra che non deve avere come obiettivo solo la salvezza. Queste persone che si prendono la responsabilità di dire delle cose fanno capire di avere idee chiare e non avere paura di assumersi le responsabilità.

Turris-Juve Stabia è una gara fondamentale dal punto di vista del morale. Se riesci a dare una svolta entri nel tunnel dell’entusiasmo. Partita importante – conclude Valle – e crocevia che la Juve Stabia si deve giocare bene. Se vinta può anche cambiare il corso di una stagione”.

Ascolta la Web Radio