Sottili dopo Juve Stabia Bari

Sottili: “Bella prestazione collettiva contro un grande Bari. Ora la continuità”

Stefano Sottili, tecnico delle Vespe, ha commentato l'esito del big match vinto dalle Vespe al "Menti" contro il Bari

Stefano Sottili, allenatore della Juve Stabia, è intervenuto in conferenza al termine del match di campionato vinto 1-0 contro il Bari. 

Le dichiarazioni di Sottili sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it

“Oggi hanno fatto una bella prestazione collettiva di quelle che ti aiutano a lavorar meglio durante la settimana non solo per il risultato. Dovremo essere bravi ora a dare continuità di prestazioni. Avevo chiesto alla squadra di dare segnali di crescita. Ne hanno inviati diversi sia dal punto di vista tecnico che di concentrazione. Hanno tenuto botta – aggiunge Sottili – benissimo contro una grandissima squadra come il Bari. 

La crescita dai 15 minuti di inizio secondo tempo di Torre del greco. Da lì la squadra oggi voleva ripartire perchè la prestazione del derby era stata positiva. C’erano stati anche a Torre dei segnali decisamente positivi. Stasera però siamo sicuramente più contenti e sereni. 

Uno degli elementi di crescita era la gestione dei momenti difficili della gara. Come quelli dei primi 15 minuti del secondo tempo del derby. Nei momenti di difficoltà oggi siamo stati bravi a concedere poco e uscire bene palla al piede con belle giocate. Quando siamo usciti – aggiunge Sottili – abbiamo messo in difficoltà in ripartenza i nostri avversari. Mi interessa avere una squadra che mi mandi segnali di voglia e di crescita come oggi. 

Erano tre punti oggi e saranno tre punti anche domenica col Monterosi. La continuità di prestazione passa attraverso il lavoro settimanale. Dovremo essere bravi – aggiunge Sottili – a fare noi la partita e avere noi il pallino in mano. L’ulteriore step in avanti è questo per avere continuità di prestazione. 

La nostra squadra magari attacca più a sinistra rispetto all’altra fascia. Ma tutti si devono rendere conto di avere potenzialità per aiutare la squadra. Noi come staff dobbiamo aiutarli a crescere perchè hanno la possibilità di fare ancora meglio di quello che stanno facendo.

Stoppa preferisce svariare per attaccare la profondità e sa giocare anche sull’esterno, Schiavi è un giocatore particolare, può fare il trequartista ma anche la mezzala. E’ un giocatore – conclude Sottili – che ha spiccate qualità offensive e balistiche”. 

 

Ascolta la WebRadio