Guardia di Finanza Reggio Calabria, comando
Guardia di Finanza Reggio Calabria, comando

Reggio Calabria. Una corona di fiori per non dimenticare

Reggio Calabria. Una corona di fiori per i giovani finanzieri che persero la vita, trent’anni fa, compiendo il proprio dovere.

Una Solenne cerimonia militare si è svolta in località Cirello Cannavà nel Comune di Rizziconi (RC), per la commemorazione del trentennale della scomparsa del V.b. Antonio AMORE e dei Finanzieri Maurizio GORGONE, Giuseppe ATTANASIO e Pierpaolo GUGLIANDOLO, a seguito di un gravissimo incidente stradale occorso nell’adempimento del proprio dovere.

Il 31 maggio di trent’anni fa, i quattro militari, poco più che ventenni, già in forza alla 2^ Compagnia A.T.PI. di Lamezia Terme, IV Sezione Operativa in Reggio Calabria, durante un servizio di ordine pubblico, furono coinvolti in un tragico incidente stradale in località Cirello Cannavà, lungo la S.S. 111, perdendo la vita.

Nello stesso luogo dell’incidente, ove è stata eretta una stele commemorativa dei 4 finanzieri, alla presenza dei familiari delle vittime del dovere e delle massime cariche delle istituzioni militari e civili della provincia, il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Massimo Mariani, il Comandante Interregionale dell’Italia Sud-Occidentale della Guardia di Finanza, Generale Carmine Lopez ed il Comandante Regionale Calabria della Guardia di Finanza, Generale. Guido Mario Geremia, hanno deposto una corona d’alloro.

Alla cerimonia di commemorazione in suffragio delle giovani vittime con picchetto d’onore, erano presenti i rappresentanti della Sezione A.N.F.I. di Gioia Tauro e militari ATPI appartenenti al Gruppo di Lamezia Terme, all’epoca Reparto di appartenenza dei quattro giovani militari.

Successivamente, l’Ordinario Militare per l’Italia, S.E. Santo Marcianò, coadiuvato dal Cappellano militare del Comando Regionale Calabria, Don Antonio Pappalardo, ha celebrato una funzione religiosa in suffragio dei caduti, nell’area antistante alla Chiesa di Santa Teresa di Gesù Bambino in Cannavà poco distante dal luogo del
tragico incidente.

La commemorazione del tragico evento è stata fortemente voluta dal Comandante Regionale Calabria e dal Comandante Provinciale Reggio Calabria, affinché il sacrificio dei quattro giovani finanzieri testimoniasse, nel tempo, lo spirito di abnegazione al dovere ed alle Istituzioni, nonché la vicinanza del Corpo ai familiari dei propri appartenenti caduti nell’adempimento del dovere.

Ogni giorno vi è una triste ricorrenza, nel nostro martoriato paese ed ogni giorno sarebbe necessario commemorare e riflettere, perché la morte di tanti nostri eroi, non diventi del tutto vana e la memoria accolga e protegga, il loro spirito di sacrificio.

Reggio Calabria. Una corona per non dimenticare / Francesca Capretta / Cronaca Calabria

Ascolta la WebRadio