Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Napoli, De Magistris invita i sindaci dell’Area Metropolitana a unirsi alla lotta degli operai Whirlpool

Napoli, il primo cittadino Luigi De Magistris invita gli altri sindaci dell’Area Metropolitana a unirsi alla lotta degli operai Whirlpool: lo sciopero generale del prossimo 31 ottobre

Questa mattina su via Toledo, una delle vie più affollate di Napoli, CGIL CISL UIL hanno organizzato e cominciato il volantinaggio per sensibilizzare la cittadinanza a partecipare e sostenere lo sciopero Whirlpool che si terrà il 31 ottobre. Uno sciopero che sostiene le lavoratrici ed i lavoratori dello stabilimento napoletano, che rischiano di perdere il lavoro, ma che allo stesso tempo accende un faro su un fenomeno preoccupante quello della desertificazione industriale dei nostri territori in una regione con alti tassi di disoccupazione, emigrazione giovanile e malavita organizzata.
Nel frattempo, a promuovere la mobilitazione è stato anche il primo cittadino partenopeo, Luigi De Magistris, che – attraverso una lettera – ha invitato tutti i sindaci dell’area metropolitana di Napoli ad aderire allo sciopero e a sostenere i lavoratori nella loro lotta contro la chiusura dello stabilimento di via Argine. Attraverso il suo blog su Huffington Post, il Sindaco del capoluogo campano ha accusato il Governo e il Presidente Giuseppe Conte di essere stati troppo silenziosi sull’argomento: “Caro Presidente, da giorni Le stiamo chiedendo un incontro. Non intende riceverci, ebbene, ne prendiamo atto con rammarico. Ma ci faccia sapere, almeno. Noi, comunque, verremo a Roma, ancora una volta, in tanti, per rivendicare diritti sottratti alla nostra terra.”  ha assicurato De Magistris.

Napoli, vertenza Whirlpool, De Magistris: “Calpestata la dignità di donne e uomini per bene”