Melito di Porto Salvo (RC). Sgomberato insediamento abusivo Rom
Melito di Porto Salvo (RC). Sgomberato insediamento abusivo Rom

Melito di Porto Salvo (RC). Sgomberato insediamento abusivo Rom

Ultimo aggiornamento:

Melito di Porto Salvo (RC). Sgomberato un campo rom abusivo da personale della Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Vigili Urbani.

Grazie ad un’azione sinergica messa in atto dalle varie Forze dell’Ordine, si è svolto l’intero sgombero di un insediamento rom abusivo, senza che vi siano stati scontri o turbative per la sicurezza pubblica.

8 i nuclei familiari interessati dal provvedimento per un totale di 27 persone, I quali sono stati debitamente collocati in strutture idonee all’accoglienza.

A seguito di alcune conclusioni raggiunte in sede di Comitato per l’Ordine e la sicurezza Pubblica, sotto la supervisione del Prefetto Massimo Mariani, si era arrivati all’emissione dell’ordinanza, del Commissario Prefettizio del Comune, eseguita nei giorni scorsi.

Dopo un’attenta attività di osservazione e monitoraggio, volta anche a monitorare I furti di rame, da parte della Polizia Ferrovuaria, è parso evidente che l’area versasse in condizioni igienico sanitarie inammissibili, con costruzioni precarie e fatiscenti e grossi problemi di igiene, causati anche dalla presenza di cumuli di rifiuti. Il Commissario Prefettizio, dott.ssa Anna Aurora Colosimo, ha quindi disposto l’abbattimento dei manufatti abitativi e la bonifica dell’area, mentre ha provveduto ad individuare gli alloggi dove era possibile, trasferire le famiglie.

Questo paese al sud estremo della penisola, non presenta quindi problemi molto diversi da quelli al nord e possiamo felicitarci che siano stati risolti a regola d’arte, tenendo conto di diversi delicati equilibri, che se pur sempre presenti, possono venir affrontati con intelligenza e determinazione, come in questo caso.

Francesca Capretta / Melito di Porto Salvo (RC) Cronaca Calabria /

Ascolta la WebRadio