Bari Juve Stabia Lega Pro La Bastonatura di ViViCentro Juve Stabia

La Bastonatura di ViViCentro.it – Le “griglie” improponibili

La Bastonatura di ViViCentro.it: le “griglie” assolutamente improponibili, vecchio vizio del calcio italiano puntualmente smentito dai risultati del campo

 

Per la rubrica “La Bastonatura di ViViCentro.it“, questa settimana analizziamo quello che è da sempre uno dei vizi del calcio italiano puntualmente smentito poi dai risultati del campo: parliamo delle cosiddette “griglie” che ad inizio stagione vengono pubblicate dai principali mezzi di informazione.

Nella Gazzetta dello Sport in edicola lo scorso 17 agosto viene presentata una sorta di griglia per il campionato di Serie B 2019-2020 in cui vengono prese in considerazione nell’ordine: 1) una valutazione sul mercato; 2) i primi risultati ufficiali; 3) il grado di difficoltà dell’avvio in campionato. Sulla base di questi criteri alla Juve Stabia viene attribuito addirittura l’ultimo posto nella ipotetica griglia di arrivo in campionato con il voto più basso (5) dell’intera categoria e con la seguente motivazione: “La nota dolente della Juve Stabia di Fabio Caserta, ancora pesante nelle gambe, è la mancanza di una punta centrale che assicuri i gol. Il ds Polito ha una brutta gatta da pelare: il prestito del laziale Rossi non è la soluzione del problema e il possibile arrivo dell’ex Castaldo fa discutere la tifoseria“.

Già solo i criteri su cui si basa questa griglia sono molto opinabili e meritano da soli “la bastonatura” da parte della nostra redazione. In primis la griglia viene stilata in un momento in cui il mercato è ancora aperto e nulla vieta di pensare che la Juve Stabia possa magari fare qualche ulteriore colpo di mercato proprio nel reparto offensivo nell’ultima settimana di mercato come molto spesso avviene. A nostro parere inoltre i primi risultati ufficiali, che per la Juve Stabia peraltro sono rappresentati solo dal secondo turno di Coppa Italia in cui le vespe sono state eliminate solo ai rigori dopo aver disputato i due tempi supplementari in 10 uomini per l’infortunio di Izco, non possono rappresentare una discriminante per poter stilare un ipotetico ordine di arrivo in campionato. Molto meglio aspettare almeno le prime 10 giornate di campionato per comprendere le reali potenzialità di ogni squadra e la reale forza di ognuna di esse.

La bastonatura è ancora più lecita se si pensa solo a due risultati che sono già emersi nella prima giornata di campionato: la Juve Stabia battuta ad Empoli (contro forse la principale pretendente alla vittoria finale del campionato di Serie B) solo dalla scellerata decisione dell’arbitro Massimi di Termoli che ha regalato la vittoria ai toscani concedendo un rigore assolutamente inesistente a dieci minuti dalla fine per fallo di mani di Troest che dalle immagini sembra proprio non esserci mai stato. L’ottima prova della Juve Stabia ad Empoli fa il paio con quella del Pordenone, anch’essa matricola e anch’essa accreditata di un voto molto basso 5,5 nella griglia della Gazzetta, che ha strapazzato addirittura il Frosinone (voto 6,5) con un risultato che non ammette repliche 3-0 contro un’altra delle principali pretendenti al salto di categoria.

 

a cura di Natale Giusti 

RIPRODUZIONE RISERVATA