Juve Stabia, il rientro di Lia offre nuove soluzioni

Juve Stabia, Damiano Lia

Nella gara tra Juve Stabia e Viterbese sono stati tanti sorrisi comparsi sul volto di Padalino e della sua squadra. Dopo un lieve periodo di appannamento, le Vespe sono tornate al successo grazie al secco 2-0 rifilato alla Viterbese.

Padalino può godersi non solo le due reti ed il conseguente successo ma anche buone notizie sul fronte infortunati. In un periodo non facile per la Juve Stabia, con l’infermeria spesso piena, il match di sabato ha visto il definitivo rientro in campo di Damiano Lia. Il terzino è infatti sceso in campo nella ripresa, trovando finalmente l’esordio con i gialloblu sfuggitogli lo scorso anno.

Dopo una prima parte di stagione in cui, forse, non è mai scoccato il feeling con Caserta, Lia si è trasferito alla Sicula Leonzio, squadra di Lentini, la sua città, per trovare spazio e condizione. Dopo i sei mesi siciliani il rientro alla base stabiese, condizionato dal lungo infortunio che ne ha minato la preparazione.

importante nel recupero del calciatore è stata l’opera del Dr. Giuseppe Del Vecchio, che ha scovato l’effettivo problema al ginocchio, scegliendo la via dell’intervento chirurgico risolutivo e curandone poi tutto il decorso post operatorio e la fase di riabilitazione. Un recupero che ha anche una valenza tattica importante perchè consegna a Padalino il “doppione” che mancava sulla linea destra della difesa.

Con il solo Garattoni, infatti, risultava scoperta la zona di campo, che ora con il rientro di Lia è maggiormente coperta. Un varietà di soluzioni che potrebbe anche consentire al tecnico stabiese di schierare i due calciatori insieme, con Lia più basso e Garattoni più alto.

In ogni caso, la Juve Stabia riparte dal primo recupero fisico definitivo della stagione, sperando di poter contare a breve su quelli restanti.