27 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

giovedì, Maggio 26, 2022

Giordano: “Castellammare ha un ottimo presidente e un ottimo allenatore come Sottili”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Vito Giordano, ex direttore sportivo della Juve Stabia, è intervenuto nel corso della trasmissione televisiva “Juve Stabia Live”.

Le dichiarazioni di Giordano sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Conosco bene i tifosi della Juve Stabia. Seguivano ovunque in massa la squadra. Oggi in Serie C ci sono tanti problemi a livello economico. Può darsi che si faccia qualche errore nella costruzione della squadra ma può accadere. Castellammare – aggiunge Giordano – ha un ottimo presidente e un ottimo allenatore come Sottili. La squadra deve diventare un po’ più operaia e avere più voglia di vincere. Contro la Paganese con diverse assenze perdere 3-1, non è una bella cosa per i tifosi.

Ci sono giovani interessanti come Donati e Stoppa ma anche esperti come Tonucci, Troest, Caldore, Eusepi che è un ottimo attaccante. La Juve Stabia è miscelata bene e ha ragione il tifoso ad allontanarsi quando i risultati non arrivano.

Squadre come Turris e Monopoli che non hanno grande budget stanno facendo bene. La Juve Stabia ha una storia e chi viene e a Castellammare come allenatore e giocatore viene a prendersi una laurea. La società deve essere un po’ più dura e deve far capire ai calciatori la maglia che indossano.

Rubino sta facendo bene. Sa quello che deve fare e deve migliorare questa squadra nel modo più logico. In questo momento servono le prestazioni e i punti. Bisogna entrare nei playoff e poi fare una verifica a fine campionato. Castellammare – continua Giordano – sa anche aspettare come accadde quando c’ero io che non esisteva una vera società. Ora c’è una società seria e i tifosi ci sono e si riavvicineranno con i risultati. La squadra è costruita con esperienza e questa esperienza deve emergere.

Nella mia Juve Stabia c’era Baclet, c’era Berardi e tanti altri. La mia forza me l’hanno data giornalisti e tifosi. Sono orgoglioso di aver lasciato un bel ricordo a Castellammare perché ho dato tutto in un periodo in cui non c’era una società. Baclet non lo conosceva nessuno, l0 vidi giocare con l’Arezzo. Abbiamo sfiorato i playoff in quella stagione. Se vieni a Castellammare – continua Giordano – con il cuore e la voglia di fare, Castellammare ti ricambia alla grande.

Essendo di Potenza ho fatto anche una consulenza nel passato alla squadra lucana. La Juve Stabia è più forte del Potenza e non ci sta partita. La squadra ora deve fare risultato e vincere con forza e chiarezza. Ci sono assenze, non c’è Romero per esempio.

Credo che il Bari vinca il campionato. Poi ci sono Turris, Monopoli, Avellino, Foggia, Catanzaro. Direi al presidente di stare vicino alla squadra e di fare i giusti correttivi nel mercato di gennaio. Sarebbe già importante fare i playoff. Sul mercato sicuramente la società farà qualcosa. Il presidente sta facendo sacrifici enormi e deve essere ripagato dalle prestazioni dei calciatori. La squadra – conclude Giordano – deve prendere consapevolezza dei suoi mezzi fino a gennaio e a gennaio si vedrà se puntare sui playoff o puntare sui giovani”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy