Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Fontana: ”Reggina squadra in salute. Vietato sbagliare atteggiamento” VIDEO

Fontana Gaetano
Per la consueta conferenza stampa della vigilia del match di domani tra Reggina e Juve Stabia, si è presentato in sala stampa il tecnico delle vespe Gaetano Fontana.
Ecco le sue parole:
“Siamo contenti di quanto stiamo facendo, sopratutto in casa. Aldilà della tecnica, in questa categoria conta l’atteggiamento che si ha in campo. Ripa? Sono felice per lui, si è meritato quella gioia. Ha lavorato tantissimo anche a giugno allenandosi da solo sotto il sole, ora si gode la meritata ricompensa. È una freccia in più nel nostro arco e sono certo che ci darà una grossa mano, anche se non dobbiamo forzare il suo graduale recupero. Situazione infortunati? Sono quasi tutti a disposizione. Zibert, Del Sante e Liviero sono pressoché recuperati e devo valutare, per loro e altri, il grado di recupero perché devo evitare di arrivare a metà gara con l’acqua alla gola per sostituzioni forzate. Daranno tutti una mano perchè questa è una rosa ampia e di qualità e quando staranno tutti al 100% avrò l’imbarazzo della scelta. Reggina? È una società blasonata con una tifoseria molto importante. Ho giocato li, anche da avversario delle vespe, e so che è un pubblico caloroso, classico del sud. La società, dopo la mia partenza, ha giocato anche in A e ha costruito una storia importante che ora vogliono ricostruire dopo il ripescaggio in C. Hanno una rosa giovane e in salute, non è assolutamente una partita scontata, sarà molto dura. Hanno perso immeritatamente a Lecce, se la sono giocata fino alla fine e il risultato di 1-0 lo dimostra. Ho visto le partite con Cosenza e Messina e vi assicuro che la Reggina è una squadra in salute che darà parecchio filo da torcere a noi e a tutti. Sono una squadra molto offensiva e che attacca con 5-6 elementi senza paura. Forse è merito anche della filosofia di Zeman che fa giocare all’attacco la sua squadra, in maniera simile al padre. Manto erboso? Non è nelle perfette condizioni ma non deve essere una scusa, è lo stesso sia per noi che per loro e dobbiamo solo valutare meglio determinate circostanze, non deve essere un alibi assolutamente. Loro tenteranno di fare la partita e noi cercheremo d’imporre nostro gioco. Ho fatto notare ai miei ragazzi che dobbiamo essere più cinici per evitare di gettare al vento, in ogni partita, punti importanti. I tifosi? Capiamo le difficoltà dovute alla distanza, quando ci sono sentiamo il loro supporto, domani giocheremo con la stessa mentalità per regalargli un’altra gioia.”