Castellammare, dissuasori anti parcheggiatori abusivi nuovamente rimossi

Castellammare, dissuasori anti parcheggiatori abusivi nuovamente rimossi I dissuasori installati dal Comune di Castellammare di Stabia per impedire l’uso improprio dei parcheggi della zona di Pozzano da parte degli estorsori della sosta sarebbero stati nuovamente rimossi. Secondo una segnalazione, a spostare, e in alcuni casi danneggiare, i coni e i new jersey sarebbero stati propri […]

Castellammare, dissuasori anti parcheggiatori abusivi nuovamente rimossi

I dissuasori installati dal Comune di Castellammare di Stabia per impedire l’uso improprio dei parcheggi della zona di Pozzano da parte degli estorsori della sosta sarebbero stati nuovamente rimossi. Secondo una segnalazione, a spostare, e in alcuni casi danneggiare, i coni e i new jersey sarebbero stati propri i parcheggiatori abusivi con l’intenzione di riappropriarsi dell’area e imporre la “tassa” illegale per usufruire del posto macchina. A commentare la vicenda è il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli: “Sulla statale sorrentina località Pozzano-Castellammare di Stabia i parcheggiatori abusivi hanno tagliato i coni del divieto. Hanno eliminato questi dissuasori e continuare la loro attività illegale e proseguire ad estorcere denaro alle persone. Come ci segnalano i cittadini, è già la seconda volta che si disfano dei dissuasori. Un atto criminale che non può essere consentito. Danneggiare attrezzatura pubblica per continuare a violare la legge. E’ inconcepibile. Ci attiveremo per segnalare la cosa alle autorità locali e per far sì che vengano ripristinati i cosi di divieto. Chiederemo più controlli in zona per acciuffare questi parassiti. La loro arroganza, la loro strafottenza, crescono ogni giorno di più: servono interventi concreti per bloccarli”.
Dagli ultimi dati raccolti – ha aggiunto Borrelli – sono circa 100 i parcheggiatori abusivi che hanno violato il Daspo, oltre 300 invece quelli segnalati che continuano a esercitare. Solo a Napoli siamo arrivati a 4mila parcheggiatori abusivi, un business di milioni di euro che in parte viene gestito dalla camorra. Un numero spropositato che ben delinea i contorni di questo triste fenomeno. Sono criminali a tutti gli effetti, che estorcono denaro alle persone con intimidazione, violenza e minacce. Se non ci attiviamo, se non facciamo sì che quella contro i parcheggiatori diventi una battaglia di legalità propria di tutti, non saremo mai liberi di parcheggiare tranquillamente”.

I parcheggiatori abusivi padroni anche sul Monte Faito: auto spostate senza permesso e minacce

 

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIME NOTIZIE

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV