Accende fuochi artificiali in strada; tre arresti in zona Chiaia

Soggetto viola l’ordinanza sindacale e accende fuochi artificiali in strada e aggredisce i poliziotti con altre due persone

La Polizia di Stato di Messina ha arrestato ai domiciliari un 28enne del luogo

Ancora problemi con esplosivi pirotecnici; intervento della Polizia a Napoli

 

L’intervento

 

Le autorità non hanno avuto pace nemmeno l’ultimo giorno dell’anno; durante il pomeriggio di venerdì, infatti, gli agenti di Polizia incaricati di vigilare sulle aree più soggette alla movida selvaggia hanno notato un ragazzo intento a far esplodere una batteria di fuochi d’artificio presso via Imbriani, violando l’ordinanza emessa dal sindaco di Napoli, così sono intervenuti per fermare il ragazzo ed attuare i provvedimenti del caso.

 

La complicazione

 

Una volta raggiunto e fermato, l’uomo ha cominciato ad inveire contro i poliziotti che gli avevano chiesto soltanto un documento di identità; dopo un po’ sono sopraggiunti altri due uomini in suo soccorso, i quali hanno cominciato anch’essi ad aggredire i poliziotti spintonandoli e minacciandoli.

L’intervento degli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale ha permesso, pur con qualche affanno, di bloccare i tre aggressori.

Gli agenti hanno identificato i tre come un 50enne, un 21enne ed un 41enne con precedenti di polizia ed hanno arrestato i tre napoletani per oltraggio, resistenza a Pubblico Ufficiale nonché sanzionati in quanto sprovvisti di mascherina; il 21enne, inoltre è stato sanzionato per aver esploso fuochi d’artificio in strada.

 

Accende fuochi artificiali in strada; tre arresti in zona Chiaia/Antonio Cascone/redazionecampania