Quantcast

juvestabia - editoriale

EDITORIALE – Juve Stabia, here come the Men In Black!

La Juve Stabia centra la propria cinquina personale. Quinta vittoria consecutiva per le Vespe, che ai aggiudicano il secondo derby stagionale dopo quello in campionato di Pagani. In Coppa Italia, la squadra di Caserta infligge un pesante 0-2 alla compagine dell’ex Fontana, guadagnandosi il passaggio al secondo turno. ma soprattutto, facendo il carico di entusiasmo.

Contro i falchetti, che in estate avevano amato definirsi “alieni”, visti i tanti top player approdati a Caserta, la Juve Stabia è apparsa in versione “Men in Black”: la fortunata saga cinematografica che vede quali protagonisti due agenti che combattono le forze aliene presenti sul nostro pianeta.

Similitudine che calza a pennello con i mattatori della serata gialloblù: Bruno El Ouazni e Daniele Paponi. El Ouazni, proprio come Will Smith, è l’agente giovane, quello alle prime armi che, sotto la guida protettiva del suo collega, si fa strada tra tentacoli ed esseri a due o più teste. Al suo fianco l’agente anziano “K”, interpretato da Tommy Lee Jones, o in ambito gialloblù da Daniele Paponi.

Proprio l’intesa tra le due punte, la giovane e “l’anziana” della Juve Stabia, ha ricordato quella tra i due Men in Black. In occasione della prima rete El Ouazni è bravissimo nel capire come Paponi lavorerà con astuzia il pallone, anticipando la difesa rossoblu e facendo partire un missile che esplode all’incrocio dei pali. La rete che chiude il match, con la stessa tempistica di quella di Alex Del Piero contro la Germania, è invece tutta del 10 della Juve Stabia, che aspetta di (non) vedere alcun compagno al suo fianco, prima di beffare Adamonis con un colpo da biliardo.

Non solo i due Uomini in Nero. La truppa gialloblù ha mostrato ieri di poter contare su tante “seconde linee” di valore assoluto: Venditti, Schiavi, Lionetti, Castellano, Dumancic e soprattutto Aktaou, puro sangue con la tecnica del fantasista sulla fascia sinistra. Una truppa spaziale, quella guidata da Caserta, in grado di superare anche la prova del nove, quella contro gli alieni atterrati in estate al Pinto.

Archiviata la missione con successo la missione “Caserta”, testa a quella “Catanzaro”, dove la Juve Stabia incontrerà un avversario, forse, più “terreno” ma costruito, a partire dalla guida tecnica, per vincere il campionato. Un ulteriore banco di per testare la solidità del gruppo stabiese.

Certo, con le armi di due agenti spaziali come El Ouazni e Paponi diventa tutto più facile. Here come the Men in Black!

Raffaele Izzo

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania