Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Sorrento-Virtus Matino 0 a 2: prima sconfitta in campionato per Cioffi

Iadaresta prova a infastidire Convertini (Sorrento vs Virtus Matino)

I rossoneri faticano a trovare la porta e subiscono la risolutezza degli avversari. I pugliesi escono vittoriosi dalla sfida grazie ai gol degli argentini Salto e Giambuzzi.

Chi di 2 a 0 ferisce, di 2 a 0 perisce. Non sembra conoscere altro risultato il Sorrento, in questo inizio di stagione. Nella vittoria e nella sconfitta. Dopo i primi successi in campionato (Mariglianese) e Coppa Italia (Nocerina), alla seconda giornata del Girone H i costieri perdono contro la neopromossa Virtus Matino. Le due reti di Salto e Giambuzzi hanno punito un Sorrento che ancora necessita di trovare la giusta forma sia tattica che fisica.

Arriva la prima sconfitta per i rossoneri, ma arrivano anche i primi gol subiti nella stagione appena iniziata. La fortuna e la caparbietà trovata nelle precedenti uscite sembra aver abbandonato i costieri durante la gara contro i biancazzurri, che si godono invece il secondo risultato utile consecutivo.

Gli highlights della gara

SORRENTO VS VIRTUS MATINO 0-2: la cronaca

1° TEMPO

Il Sorrento scende in campo con gli stessi undici di Pomigliano, a guidare l’attacco Iadaresta e Gargiulo, sostenuti sulla trequarti da Cassata. Il Matino si schiera con ben sette giocatori argentini, il vero punto di forza dei salentini.

I biancazzurri si fanno vedere avanti nei primi minuti. All’8’ Giambuzzi impensierisce Del Sorbo con una punizione calciata verso l’angolino in basso alla destra del portiere. L’estremo difensore rossonero non si fa sorprendere e devia in calcio d’angolo. I padroni di casa controbattono al 12’ con Calabrese, ottimamente servito con un colpo di tacco da Gargiulo. Il terzino rossonero viene però murato da Salto.

Scorre il cronometro e crescono nervosismo e agonismo. La squadra di mister Branà si fa vedere stabilmente nell’area di rigore sorrentina, come accade al 20’. Sul calcio d’angolo del Matino interviene Del Sorbo, la palla arriva a Graziano che spara alto.

A dieci minuti dal finale di primo tempo ci prova Ruibal dal limite, la traiettoria del sinistro è alta. Termina a reti inviolate e nell’equilibrio più assoluto la prima frazione di gioco.

Sorrento vs Virtus Matino
ph. Lorenza Ambrosio
2° TEMPO

Ad inizio secondo tempo fanno il loro ingresso in campo Sosa e Manco, a sostituire Gargiulo e Sicuro. Quest’ultimo aveva subito precedentemente un duro colpo alla testa.

Le giocate di Sosa lasciano ben sperare i rossoneri, che nella ripresa sembrano maggiormente sul pezzo e pronti a colpire. Ma nessuna delle due squadre riesce a rendersi veramente pericolosa. Del Sorbo viene chiamato agli straordinari nel giro di una decina di minuti, due tiri dalla distanza di Pozzessere e Marin permettono al portiere costiero di sfoggiare le proprie abilità.

Al 70’ il Sorrento ha ben tre palle gol, l’occasione più ghiotta dell’intero match. Convertini si rende protagonista di due parate su La Monica e Iadaresta, compiendo nel secondo caso un vero e proprio miracolo. Il pallone raggiunge Sosa che colpisce sicuro di testa ma trova solo il salvataggio di Graziani sulla linea. Due giri di lancette dopo Sosa si esibisce in una rovesciata, bella l’intenzione ma meno l’esecuzione.

La dura legge del calcio arriva a punire i ragazzi di Cioffi al 74’. Su corner Cavalieri prolunga di testa verso Salto, il capitano del Matino viene lasciato solo dalla retroguardia del Sorrento e ha vita facile nel mandare la palla in rete. Si sblocca il risultato.

I rossoneri non trovano la reazione, andando in confusione. Nell’ultimo quarto d’ora agli ospiti basta resistere e gestire il risultato, prima di trovare il raddoppio grazie ad un calcio di rigore assegnato a tempo praticamente scaduto. Il fallo di De Marco su Ancora manda Giambuzzi sul dischetto. Termina 0 a 2 la sfida dell’Italia dopo quattro minuti di recupero.

TABELLINO

SORRENTO – VIRTUS MATINO 0-2 (Salto 74’, Giambuzzi 90’+4)

SORRENTO (4-3–1-2): Del Sorbo; Sicuro (dal 1’ s.t. Manco), Mansi (dal 22’ s.t. Pagano), Cacace, Calabrese (da 37’ s.t. Romano); La Monica, Virgilio, Mezavilla; Cassata (dal 20’ s.t. De Marco); Iadaresta, Gargiulo (dal 1’ s.t. Sosa) (Volzone, Ferraro, Diop, Guidoni). All.: Cioffi

MATINO (4-3-1-2): Convertini; Giambuzzi, Michelli, Salto (dal 30’ p.t. Cavalieri), Graziano; Marin, Grandis, Tarantino (dal 36’ s.t. Calò); Ancora; Ruibal (dal 42’ s.t. Alemanno), Pozzessere (dal 38’ s.t. Inguscio) (D’Ippolito, Fina, Gallo, Nkoy, Monopoli). All.: Branà

Arbitro: Valerio Bocchini di Roma

Assistenti: Stefania Genoveffa Signorelli di Paola e Giuseppe Fanara di Cosenza

Ammoniti: Cacace, Cassata, Mezavilla (S) – Tarantino, Grandis, Inguscio (M)

Note: giornata estiva, spettatori 450 circa con sparuta rappresentanza ospite

Recuperi: 2’ p.t., 4’ s.t