Quantcast

Banner Gori
coniglio-alla-cacciatora
Cucina Secondi piatti

Coniglio alla cacciatora: un secondo saporito e gustoso

Il Coniglio alla cacciatora è un secondo piatto tipico italiano che ha origini in Toscana ma che è diffuso in molte regioni d’Italia, motivo per cui si possono trovare molte varianti nella sua preparazione. In generale, comunque, questa ricetta prevede la cottura del coniglio (ma anche del Pollo e Cacciagione in genere: da qui il termine “alla Cacciatora”) con pochi e semplici ingredienti facili da reperire come un tempo veniva preparato nelle dimore contadine e nelle locande.

Il Coniglio alla cacciatora va cotto in padella e necessiteranno un 40/50 minuti circa. Oltre alla cottura in umido potete utilizzare la pentola a pressione – dimezzando i tempi – o provando a fare un gustosissimo coniglio al forno con patate ad una temperatura di 180°C per 40 minuti (vedi consigli in PREPARAZIONE).

Ma ora passiamo a vedere gli ingredienti e tutti i procedimenti per preparare un succulento piatto di:

Coniglio alla Cacciatora

OCCORRENTE
(per 4 persone)

  • CONIGLIO 1Kg
  • POMODORI
  • PELATI 500g (una confezione)
  • CIPOLLA 1
  • AGLIO 1 spicchio
  • SEDANO da 1 a 3 gambi secondo gusto
  • CAROTA 3
  • PREZZEMOLO (o basilico secondo gusto) q.b.
  • ROSMARINO q.b.
  • peperoncino 1
  • VINO BIANCO ½ bicchiere
  • ACETO ½ bicchiere
  • OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA 100 ml
  • SALE MARINO q.b.

PREPARAZIONE

  1. Tagliare il coniglio a pezzetti e lavatelo e lasciatelo a bagno per 30 minuti in una terrina con acqua fredda e aceto per eliminare l’odore di selvaggina.
  2. Lavate con acqua corrente sedano, carote e cipolle, tagliateli ed inseriteli in una padella già su fuoco con olio e uno spicchio d’aglio. Fate cuocere per qualche minuto.
  3. Mettere i pezzetti di coniglio in padella a fuoco vivo finché non si sarà eliminato l’acqua contenuta nelle carni. Appena i pezzetti iniziano a prendere colore aggiungere l’olio, farlo rosolare e il vino bianco. Lasciate sfumare.
  4. Intanto lavate con acqua corrente sedano, carote, cipolle e peperoncino, tagliateli e teneteli pronti a portata di mano.
  5. Togliete i pezzetti di coniglio dalla padella aggiungere nel fondo di cottura altro olio d’oliva e mettete a far soffriggere il trito che avrete preparato aggiungendo uno spicchio d’aglio. Fate cuocere per qualche minuto.
  6. Unite i pomodorini, aggiustate di sale e cuocere per un quarto d’ora.
  7. Riadagiate i pezzi di coniglio nel sugo e cuocete a fuoco lento per 25 minuti. Negli ultimi 5 chiudete con un coperchio, ricordandovi di girare il coniglio di tanto in tanto in modo da amalgamarlo bene con gli altri ingredienti (continuate finché il sugo non diventa ben ristretto).
  8. Quando la cottura del coniglio sarà ultimata, spegnete il fuoco, aggiungete basilico (o prezzemolo) e rosmarino. impiattate e servite il piatto ben caldo aggiungendoci sopra erbe aromatiche a piacere.
VARIAZIONI di cottura:

Il Coniglio alla cacciatora si può fare anche al forno e, per usare questo tipo di cottura fermi restando tutti gli altri consigli di pre-preparazione già dati:

  • fate marinare i pezzi di coniglio in una terrina insieme a olio, sale, vino bianco, rosmarino e salvia.
  • Versate il  tutto in una teglia da forno già unta con olio d’oliva e versateci altro vino, poi infornate a 180 gradi per circa 40 minuti.
  • Girate spesso la carne, in modo che rosoli all’esterno e si cucini bene all’interno.

Altra variante e per una cottura più veloce, potrete fare il coniglio alla cacciatora in pentola a pressione ed in soli 20 minuti il vostro piatto sarà pronto.

  • Tritate la cipolla, la carota, il sedano e l’aglio.
  • Fateli rosolare, in un tegame del tipo a pressione, con un po’ d’olio.
  • Aggiungete il coniglio, sfumate col vino bianco e unite la passata di pomodoro.
  • Chiudete con il coperchio e continuate la cottura per circa 18 minuti dal fischio della pentola a pressione.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

 

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Cristina Adriana Botis

Cristina Adriana Botis

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più