30.4 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

mercoledì, Maggio 25, 2022

Formula Uno – GP D’Australia: a Melbourne uno strepitoso Leclerc strappa una super pole position!

Da leggere

Formula Uno – GP Australia: la Ferrari si aggrappa ad uno straordinario Charles Leclerc. Per il monegasco è la sua seconda Pole Position in questa nuova era 2022 ( undicesima Pole Position della sua carriera da quando è approdato in Ferrari ). Sul Circuito rimodernizzato dell’Albert Park di Melbourne, il pilota monegasco della Ferrari è stato l’unico a scendere sotto il muro dell’1’18” nelle qualifiche del Gran Premio D’Australia, beffando e tenendo dietro i due alfieri della Red Bull di Max Verstappen e di Sergio Perez. 1’17”868, questo è il super tempone del pilota monegasco che così fa registrare il nuovo record della pista di Melbourne. La Ferrari così prosegue la sua striscia positiva, contrastando le insidie del team austriaco diretto da Christian Horner, su un tracciato che sulla carta doveva favorire la RB18.

 

Formula Uno – GP D’Australia: a Melbourne uno strepitoso Leclerc strappa una super pole position!

 

La qualifica si riconferma essere ancora una volta uno dei momenti più emozionanti di tutto il weekend. A Melbourne la battaglia non è stata da meno. Alla fine le luci si sono focalizzate sul pilota monegasco Charles Leclerc.

 

DUE PUNTE CONTRO UNA !… ASPETTANDO LE DECISIONI DELLA FIA

Il neo campione del mondo ridato non è stato autore di un giro perfetto nel suo ultimo tentativo in Q3, ma comunque sarà lì al fianco del rivale per provare l’attacco già al via. Non dovrebbero esserci problemi per l’olandese Max Verstappen per un presunto impeding sull’inglese Lewis Hamilton, ma i commissari analizzeranno tutto nelle prossime ore. Attenzione, invece, al messicano Sergio Perez, finito sotto investigazione per non aver rallentato sufficientemente in regime di bandiera gialla in Q1 e che potrebbe dover scontare tre posizioni di penalità.

E’ TEMPO DI RISORGERE !

Risorge finalmente la McLaren dopo due gare opache, con Lando Norris in quarta posizione. L’inglese aveva dato segnali molto importanti e incoraggianti già nella terza ed ultima sessione di prove libere, piazzandosi in seconda fila davanti ai due scudieri della Mercedes di Lewis Hamilton e di George Russell rispettivamente in quinta e sesta posizione. L’altro alfiere del team di Woking Daniel Ricciardo “padrone di casa” è in settima posizione.

DELUSIONE SPAGNOLA IN QUEL DI MELBOURNE !

Delusione e doccia fredda per lo spagnolo Carlos Sainz, soltanto in nona posizione alle spalle di Esteban Ocon 8°. Il madrileno ha prima pagato a caro prezzo l’esposizione di una bandiera rossa nel suo primo tentativo in Q3 ( proprio mentre stava transitando sulla linea del traguardo ) ma, prima ancora ha commesso un errore alla chicane 9-10 perdendo quasi il controllo della sua Ferrari. Un sabato amaro dopo aver dimostrato competitività e un grandissimo potenziale per tutto il weekend fin qui disputato. In più di un occasione lo spagnolo è apparso più veloce del suo compagno di squadra.

Tanta sfortuna anche per l’altro spagnolo, lo scudiero del team di Enstone Fernando Alonso, a muro mentre era alle prese con un ottimo ed incredibile giro ad inizio Q3 ( col solito record assoluto nel settore centrale ). Lo spagnolo nativo di Oviedo ha accusato un problema idraulico al cambio in curva 11, non riuscendo poi a cambiare marcia prima di impattare contro le barriere di protezione.

SORPRESE E DELUSIONI IN Q2 :

Eliminate in Q2 entrambe le AlphaTauri di Pierre Gasly 11° e Yuki Tsunoda 13° e un po’ a sorpresa le due Alfa Romeo di Valtteri Bottas 12° e Guanyu Zhou 14°. Il finlandese paga probabilmente un giro non troppo pulito dopo essersi dimostrato all’altezza della Top-10 per tutto il weekend.

Qualifica deludente rispetto alle prime due gare dell’anno anche per il team americano diretto da Gunther Steiner, entrambe fuori dal Q3. Mentre sorride leggermente Mick Schumacher, 15° ma per la prima volta davanti al danese Kevin Magnussen. Il neo rientrato in formula 1, dopo due start in Top-10, ha forse pagato un calo fisico che lo ha accompagnato fin dal venerdì conclundendo solo 17° dietro al pilota thailandese Alexander Albon ( che ha piantato la sua FW44 senza riuscire a rientrare ai box dopo la bandiera a scacchi ).

UN WEEKEND DISASTROSO IN CASA ASTON MARTIN !

“Teatro” inspiegabile a due minuti dalla fine tra Nicholas Latifi e Lance Stroll. Il canadese dell’Aston Martin era appena uscito in pista per il suo tentativo dopo un lavoro fantastico dei suoi meccanici ( andato a muro nel corso delle FP3 ), ma alla fine è stato incappato nella trappola del connazionale della Williams che, nel suo giro di “cool down”, lo ha fatto prima passare e poi subito dopo il canadese della Williams si è ributtato all’interno all’interno per ripassare davanti. Questo ha dato la possibilità all’altra Aston Martin, quella di Sebastian Vettel, di essere riparata in tempo quantomeno per un unico attacco alla Q2, finito però in diciottesima posizione. Alla fine dopo varie revisioni da parte della Federazione Internazionale ( FIA ) arriva l’ufficialità. 3 posizioni di penalità da scontare domani per Lance Stroll e in più tolti due punti dalla patente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy