Triolo Messina Juve Stabia
Triolo Messina Juve Stabia

Triolo: “Capuano ha risolto i problemi difensivi del Messina”

Francesco Triolo, giornalista di Telecolor Messina, è intervenuto nel corso della trasmissione “Juve Stabia Live” per parlarci del Messina, prossimo avversario delle Vespe.

Le dichiarazioni di Triolo sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Non voglio pensare al fatto che sia uno scontro diretto per non retrocedere tra Juve Stabia e Messina. I valori verranno fuori. Juve Stabia e Messina si sono incrociate già in Coppa Italia ma quella di domenica prossima sarà un’altra partita.

Capuano ha dato una bella scossa. La Vibonese è venuta a Messina per fare una gara ordinata evidenziando i problemi del Messina. Capuano è molto attento sulla fase difensiva, sa adattare i suoi uomini all’avversario. C’è stata qualche difficoltà a proporsi contro la Vibonese in attacco. I calabresi non hanno dato spazio.

Sono due Messina diversi in questo momento a seconda se si gioca fuori casa o in casa. Mentre con Sullo c’era lo stesso atteggiamento sia in casa che fuori. Vedere giocare il Messina di Sullo nei 50 minuti in cui la condizione reggeva era un bel vedere. Bisogna vedere se Capuano oltre alla scossa mentale, se questi giocatori saranno adeguati al modo di giocare di Capuano.

Eusepi e Damian sono i due giocatori con più esperienza dai due lati. Il Messina ha Fazzi che ha fatto diversi campionati di Serie B e Serie C sempre in squadre del nord. In attacco c’è Vukusic, c’è Adorante una delle note più liete dell’avvio di stagione.

Con Capuano con 5 difensori è migliorato l’assetto difensivo sicuramente. Con Sullo hanno preso tanti gol anche per la condizione fisica che non era buona. Capuano ha dato sicuramente un’inquadrata a tutto l’atteggiamento difensivo. Il risultato è stato non tornare a subire gol contro la Vibonese.

Carillo è il capitano, la squadra quando è stata costruita aveva una sua logica. Balde ha avuto qualche problema fisico che lo ha condizionato un po’. E’ stato fuori per una partita ma è chiaro che giocando col 3-5-2 deve trovare una collocazione.

Lo stadio “Franco Scoglio” ha subito delle vicissitudini che hanno condizionato anche il manto erboso. Sono stati fatti lavori di adeguamento, non ti dico che ci si è dimenticati del manto erboso ma non gli è stato dato tanto peso”.

a cura di Natale Giusti. 

Ascolta la WebRadio