gdf3 napoli
gdf3 napoli

Sequestrate 220 tonnellate di pellet e un autolavaggio abusivo

Sequestrate 220 tonnellate di pellet e un autolavaggio abusivo. La GdF Napoli per la prevenzione incendi e reati ambientali.

Sequestrate 220 tonnellate di pellet e un autolavaggio abusivo

L’operazione

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel corso di due distinte operazioni, ha sottoposto a sequestro, tra Ottaviano e Terzigno, oltre 220 tonnellate di pellet e un autolavaggio abusivo.

In particolare, la Compagnia di Ottaviano, nel corso di un primo intervento, ha individuato in pieno centro un immobile di 600 m 2 sequestrando oltre 13.000 sacchi di pellet pronti per essere messi in commercio.

Denunciato il titolare dell’attività commerciale, risultato sprovvisto di autorizzazioni di conformità edilizia e urbanistica, oltre che di certificazioni antincendio, tenuto conto che il centro logistico era destinato allo stoccaggio di materiale infiammabile.

È stata riscontrata l’inidoneità dei locali a conservare un simile quantitativo di pellet, con conseguente situazione di potenziale pericolo per l’intero circondario: il deposito “abusivo” si trova infatti in una zona densamente popolata, a ridosso di un’arteria principale della cittadina vesuviana, con evidenti pericoli per l’incolumità degli abitanti e dei passanti.

Il secondo intervento

Nel corso del secondo intervento ad insospettire le Fiamme Gialle è stato, invece, un andirivieni di auto e persone presso un edificio a Terzigno.

Qui la stessa Compagnia ha scoperto un’attività di lavaggio auto abusiva, priva di qualsiasi autorizzazione che sversava le acque reflue all’interno di un pozzetto scollegato dalla rete fognaria.

Al momento dell’accesso, i finanzieri hanno rinvenuto molte auto già lavate o pronte per essere sottoposte a lavaggio.

Sequestri

Il gestore è stato denunciato per violazioni alla normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e illecito smaltimento di rifiuti mentre l’intera area e l’immobile utilizzato, di circa 200 m 2, sono stati sequestrati unitamente alle attrezzature utilizzate e ai rifiuti prodotti.

Lorenza Sabatino

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.        

Ascolta la WebRadio