30.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

domenica, Giugno 26, 2022

Saipem si aggiudica i servizi di una piattaforma Shell

Da leggere

Saipem* si è aggiudicata un contratto del valore di circa 25 milioni di Euro per la fornitura di servizi di ingegneria relativi alla possibile costruzione al largo delle coste brasiliane di una piattaforma galleggiante di produzione, stoccaggio e scarico (“Floating Production Storage and Offloading – FPSO”) di proprieta’ della Shell.

Saipem si aggiudica un contratto servizi di ingegneria per costruzione piattaforma

Ove realizzata, la FPSO sarebbe destinata allo sfruttamento del giacimento di petrolio e gas di “Gato do Mato”, situato ad una profondità di circa 2.000 metri all’interno del “bacino di Santos”: localizzato a circa 300 km dalle coste della citta’ di Santos (Stato di San Paolo), il bacino si estende su una superficie di oltre 350.000 km2 e rappresenta ad oggi la principale fonte di petrolio e gas del paese.

Saipem si aggiudica i servizi di una piattaforma Shell

Qualora Shell decidesse di realizzare la FPSO le attività di ingegneria, approvvigionamento, costruzione e installazione della stessa dovrebbero essere affidate a SAIPEM, in consorzio con alcune società brasiliane.

* Saipem S.p.A. è una società per azioni costituita nel 1956 e operante nel settore della prestazione di servizi per il settore dell’energia e delle infrastrutture. Il suo portafoglio ordini è legato per il 76% a progetti nel settore del gas, delle rinnovabili e della transizione energetica.

È presente in 62 paesi del mondo e impiega 32 000 dipendenti di 120 diverse nazionalità; della sua flotta fa parte la Saipem 7000, la terza nave gru più grande al mondo.

La società è quotata nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano (Codice Isin: IT0000068525; Codice Alfanumerico: SPM) ed è stata inserita nel Dow Jones Sustainability Index, nel FTSE4Good e nel Patto mondiale delle Nazioni Unite.

Saipem si aggiudica un contratto servizi di ingegneria per costruzione piattaforma

Il capitale sociale della Saipem S.p.A. al 24 maggio 2022 ammonta a euro 460.208.914,80, suddiviso in n. 212.303.028 azioni ordinarie e n. 10.598 azioni di risparmio, tutte prive dell’indicazione del valore nominale. Sulla base delle informazioni disponibili e delle comunicazioni ricevute ai sensi della delibera Consob 11971/1999 (Regolamento Emittenti), gli azionisti possessori di quote superiori all’3% del capitale della Saipem S.p.A. sono: Eni S.p.A 30.54&, CDP Industria S.p.A 12.55%, Marathon Asset Management Limited 5.18%

Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook! 

Non eletto: tranquillo c’è la norma ad hoc per fare il dirigente in zona / Sebastiano Adduso / Redazione

Alcuni altri articoli di Cronaca presenti nei nostri archivi

Un tunnel sotto lo Stretto di Messina. I tunnel sottomarini più lunghi nel mondo

Si premette che qui non si vuole entrare in tecnicismi, oppure social-pro-contro, bensì solo riassumere quest’altra proposta che non appare poi così peregrina se si considera che nel mondo ci sono tunnel sotto il fondale marino da 25 anni, come pure che alcuni sono persino sospesi sott’acqua. Infatti, seppure in questa Nazione sembriamo rimasti ai tempi in cui il sole girava intorno alla Terra, la scienza e nella fattispecie l’ingegneria in senso generico, già dal 20° secolo e maggiormente in questo nostro 21°, hanno creato l’inimmaginabile, da fare concorrenza ma reale ai film di fantascienza degli anni passati.

Rimangono fermi tutti i nostri articoli precedenti che in Sicilia e Calabria occorrono anche tutte le altre infrastrutture parallele e persino depuratori e fognature forse molto più urgenti di piste ciclabili.

In attesa per la spartizione delle oltre 500 “poltrone” nazionali

Rai, Anas, Cassa Depositi e Prestiti, Ferrovie e altre, tutte aziende direttamente oaziende, implicitamente controllate dalla Stato anche tramite i Ministeri (nelle Regioni tramite gli Assessorati). Sicché sono tutti in attesa che si proceda alle “nomine”, oltre 500 (e stiamo parlando delle nazionali perché poi ci sono anche quelle di cui si parla meno, regionali e comunali).

Polizia Postale, il resoconto di un anno di attività

L’anno 2020 è stato caratterizzato da mutamenti profondi delle nostre abitudini di vita. In modo repentino, quasi tutte le nostre attività (lavoro – scuola – tempo libero – formazione – cultura – relazioni) hanno conosciuto una rimodulazione basata in larga parte sull’utilizzo della rete, con un allargamento della platea degli utenti anche a soggetti normalmente poco adusi alle nuove tecnologie, fattore il quale, se da un lato ha accelerato un processo di modernizzazione certamente già in nuce, ha del pari determinato una accresciuta esposizione alle aggressioni della cyber-criminalità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy