23.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

mercoledì, Agosto 10, 2022

Ricongiungimenti familiari, i traffici dei corrotti sulla pelle dei migranti. MARIA GABRIELLA LANZA *

Da leggere

Redazionehttps://vivicentro.it
Siamo la redazione. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Aspettare anni o pagare fino 2500 euro per un visto. È quello che succede all’ambasciata italiana di Nairobi secondo l’Arci: i profughi somali che vogliono raggiungere i propri familiari in Italia sarebbero vittime di estorsioni. L’alternativa? Il mare.

ROMA – Per arrivare in Europa dalla Somalia servono mesi, anche anni se si è sfortunati o si hanno pochi soldi. Si deve attraversare l’Etiopia, il Sudan, l’Egitto, fino all’inferno della Libia e delle sue prigioni. Eppure barattare la propria vita per un posto su un camion nel deserto o su un gommone scassato non fa così paura per chi è abituato a vivere nel terrore instaurato dagli islamisti di Al Shaabab. Adam (nome di fantasia) lo ha fatto: è partito nel 2011, ha lasciato i suoi sei figli a Mogadiscio ed è arrivato in Italia con la speranza che presto sarebbe riuscito a portare qui anche la sua famiglia. Ha ottenuto lo status di rifugiato politico e nel 2013 la prefettura di Roma gli ha concesso il nulla osta per ilricongiungimento familiare. Sua moglie e i suoi bambini nel frattempo si sono rifugiati in Kenya, aspettando di ottenere i visti dall’ambasciata italiana a Nairobi. Sono passati tre anni e ancora non hanno ricevuto una risposta. Un modo per accelerare i tempi però esiste: basta pagare. È quello che denuncia da tempo l’Arci: “Abbiamo raccolto una ventina di segnalazioni: i parenti dei rifugiati somali vengono avvicinanti da alcuni trafficanti che chiedono dai 500 ai 2.500 euro a persona a seconda dello step in cui si trova la pratica”, spiega Elvis Koloko dello sportello immigrazione Arci.

Quando anche le vie legali diventano illegali

L’articolo è tratto da fainotizia.it, il sito d’inchieste di Radio Radicale

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy