Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Procida, Ambrosino e Costagliola regalano la prima vittoria

Procida, Ambrosino e Costagliola regalano la prima vittoria

PROMOZIONE-I.DI PROCIDA-PUTEOLANA 1909: i biancorossi ottengono i primi tre punti, i flegrei chiudono la gara in otto

L’Isola di Procida rompe il ghiaccio, conquistando la prima vittoria, portandosi a quota 5 punti in classifica. Il lavoro fin qui svolto sta dando i primi frutti. Di fronte c’era una Puteolana giovane e tignosa che, dopo aver subito il gol, ha perso la testa rimanendo in dieci, poi in nove al quarto d’ora della ripresa e addirittura in otto negli ultimi cinque minuti. Una prova convincente quella del Procida che alla prima occasione passa in vantaggio con Davide Ambrosino: palla lunga di Muro, cross al centro di Vanzanella e l’attaccante centrale con un preciso rasoterra batte il portiere.

I flegrei non reagiscono, anzi restano in inferiorità numerica perché Tafuto colpisce Costagliola L. con un calcio da tergo. Al 25’ lo stesso Lorenzo su schema da calcio piazzato, di testa non perdona. Fino alla fine del primo tempo i biancorossi amministrano il doppio vantaggio senza correre pericoli, con gli ospiti che cercano di aggirare la difesa isolana con traversoni dalle fasce

Nella ripresa, il Procida fallisce almeno cinque limpide palle gol per triplicare. Ambrosino a tu per tu col portiere non riesce a concretizzare. Poi Veneziano, Vanzanella, il neo entrato Quirino e Costagliola L. da posizioni molto invitanti non riescono a centrare la porta ma hanno comunque trovato due volte l’opposizione del portiere. Puteolana in nove per l’espulsione di Esposito C. per doppia ammonizione ma i flegrei del patron Fiore non mollano e nel finale riducono le distanze in seguito ad una percussione centrale del centravanti di colore Idigbogu che dribbla Lubrano e insacca. Mister Lubrano richiama i suoi a fare attenzione ma fino alla fine non accade più nulla.

LUBRANO – Mister Simone Lubrano è soddisfatto «soprattutto del primo tempo, giocato molto bene dai ragazzi, mentre nel secondo è subentrata un po’ la paura di vincere nonostante le tantissime palle gol specialmente in ripartenza. Abbiamo concesso il gol agli ospiti per riaprire la gara – aggiunge Lubrano – con gli stessi che poi hanno proseguito in doppia inferiorità numerica e chiuso in otto. Dovevamo essere meno precipitosi ed evitare di andare in apprensione nei minuti conclusivi».

IS.DI PROCIDA    2
PUTEOLANA 1909    1

ISOLA DI PROCIDA: Lubrano Lavadera, Gamba, Veneziano, Piro (21’ st Paccone), Esposito, Migliaccio (36’ st Pisano), Vanzanella (36’ st Vicidomini), Muro, Ambrosino (32’ st Quirino), Costagliola A., Costagliola L. (In panchina Cerase, Ambrosino A., Calise, Aurelio, Scotto Di Minico). All. Lubrano.

PUTEOLANA 1909: Minichino, Conte (39’ st Salvati), Buonfino, Tafuto, D’Isanto, Giamia, Riccio (42’ st Napolitano), Luongo (12’ st Idigbogu), Capuano, Navarra (12’ st Di Fraia), Esposito C. (In panchina Fusco, D’Alterio, Cardone). All. Avallone.

ARBITRO: Saulino di Ercolano (ass. Infante e De Risi di Castellammare).

MARCATORI: nel p.t. 4’ Ambrosino, 25’ Costagliola L; nel s.t. 35’ Idigbogu.

NOTE: ammoniti Piro, Vanzanella, Vicidomini, Esposito G., Riccio. Espulsi: al 15’ p.t. Tafuto per condotta violenta, al 15’ st Esposito C. e 40’ st D’Isanto per doppia ammonizione.