25.7 C
Castellammare di Stabia
giovedì, Agosto 18, 2022

Prefetture: personale carente, controlli Pnrr a rischio

Le Prefetture italiane si trovano in difficoltà con gli imminenti controlli antimafia sugli appalti per il Pnrr. Mancherebbero infatti 414 viceprefetti e 5.161 fra dirigenti e altro personale amministrativo nei 103 Uffici prefettizi.

A fine maggio di quest’anno un emendamento al decreto Pnrr 2 prevedeva l’assunzione di almeno 500 interinali da distribuire per un periodo di diciotto mesi. L’intenzione era di rendere effettuar più controlli sul Pnrr per evitare eventuali infiltrazioni mafiose.

Personale Prefetture incompleto: compromette controlli sul PnrrTuttavia quell’emendamento è stato bocciato. La singolare motivazione sarebbe stata che mancavano le risorse economiche da parte del Ministero dell’Interno.

Prefetture: personale carente, controlli Pnrr a rischio

Eppure è notorio che le Prefetture hanno un notevole carico di incombenze, quali: il coordinamento dei tavoli tecnici sull’ordine e sicurezza pubblica; il coordinamento con gli Enti locali come quello sanitario (vedasi il caso Covid); la gestione del contenzioso stradale; la gestione dell’immigrazione; la gestione dei procedimenti riguardante gli illeciti depenalizzati (multe, uso minimo personale di stupefacenti, ecc.); la vigilanza antimafia sulle Amministrazioni; il monitoraggio delle stazioni appaltanti per le comunicazioni; le interdittive antimafia verso le società infiltrate in cui è previsto pure il contraddittorio con i destinatari della applicata misura; e adesso, ci sarebbero anche i controlli antimafia al Pnrr.Personale Prefetture incompleto: compromette controlli sul Pnrr

Al momento non risulta che il Governo abbia dato seguito agli annunci sulla volontà di potenziare i controlli antimafia trovando le risorse per assumere il personale necessario nelle Prefetture.

L’OPINIONE

Emendamento bocciato: a rischio i controlli antimafia sui 222 miliardi del Pnrr (guarda caso). D’altra parte, coincidenza vuole, che c’è di tutta evidenza in corso l’assalto trasversale per un posto nella “Diligenza”: nei Comuni, Città Metropolitane, Enti, Partecipate, Regioni, ecc.

Personale Prefetture incompleto: compromette controlli sul Pnrr

Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook! / Sebastiano Adduso / Redazione

Altri articoli di Cronaca presenti nei nostri archivi

Sequestrate 700 tonnellate di alimenti etnici irregolari

Sequestrate 700 tonnellate di alimenti etnici irregolari. Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, di concerto con il Ministero della Salute, ha eseguito una campagna di controllo su tutto il territorio nazionale (Livorno, Ancona, Milano, Salerno, Parma, Bologna, Aosta, Palermo, Pescara) al fine di verificare la regolarità delle strutture di ristorazione e di preparazione enogastronomica essenzialmente riconducibili a culture di Paesi extra europei, nonché alla relativa filiera di fornitura di materie prime alimentari etniche.

Particolare attenzione è stata riservata al mantenimento della catena del freddo, in relazione ai cibi da mangiare crudi, ed ai canali di importazione e distribuzione delle derrate alimentari e delle materie prime provenienti da Paesi esteri, gestiti da aziende di commercio all’ingrosso, di deposito e di trasporto.

Falsi crediti IVA: 17 indagati, oltre € 1,2 milioni sequestrati

Falsi crediti IVA. Si è conclusa nei giorni scorsi, con la notifica di 17 avvisi di conclusione delle indagini preliminari, l’operazione denominata “GHOST CREDIT” dei Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Enna, che ha colpito un’associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale radicata nella provincia di Enna, alla quale hanno aderito numerosi imprenditori, diversi intermediari e taluni professionisti compiacenti.

Le indagini, in origine circoscritte al territorio ennese ed in seguito estese, con l’esecuzione di numerose perquisizioni e sequestri di documentazione contabile, a diverse aree del Paese, hanno consentito di individuare tutte le realtà societarie e imprenditoriali coinvolte nella frode, ubicate non solo in Sicilia, ma anche in Lombardia, Emilia Romagna e Liguria, nei confronti delle quali scatteranno ora le contestazioni amministrative per recuperare il maltolto e le relative sanzioni.

110%: 18 denunciati, 110 software sequestrati, oltre €14 milioni di sanzioni

18 denunciati, oltre 14 milioni di euro di sanzioni e 110 i software di progettazione ingegneristica, architettonica, calcolo strutturale e certificazione energetica sequestrati dalla Guardia di Finanza nel corso dell’operazione UNDERLICENSING2022 a contrasto della pirateria dei programmi ad uso professionale.

I finanzieri del Nucleo Speciale Beni e Servizi hanno svolto una mirata attività di monitoraggio ed analisi di rischio e, raccolti sufficienti elementi in ordine a possibili situazioni illecite, hanno attivato i reparti territoriali dei comandi provinciali di Milano, Roma, Napoli, Firenze, Ancona, Trento, Brescia, Mantova, Monza, Pavia, Verona, Modena, Lucca, Novara, Latina, Viterbo, Salerno e Brindisi, che sono intervenuti presso le sedi di 25 società e studi di progettazione.

Vivi Radio

Ultime Notizie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Da leggere

Cambia Impostazioni della Privacy