Napoli – Sassuolo (2-0): I voti ai protagonisti in campo

LEGGI ANCHE

Vi proponiamo i voti di Napoli – Sassuolo terminata con la vittoria dei partenopei sugli emiliani grazie alle reti di Osimhen su rigore e Di Lorenzo.

Il Napoli incamera altri tre punti e resta in testa al campionato a pari merito con Milan e il sorprendente Verona. Anche questa gara non è stata facile ma l’hanno resa tale la voglia e la determinazione degli azzurri nel voler conquistare la prima vittoria casalinga della nuova stagione.

Tabellino di Napoli – Sassuolo (2-0):

NAPOLI: Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus (90′ Ostigard), Olivera, Anguissa, Lobokta (84′ Cajuste), Zielinski (84′ Simeone), Politano (62′ Kvaratskhelia), Osimhen, Raspadori (84′ Elmas)

A disposizione: Contini, Gollini, Natan, Mario Rui, Zanoli, Russo, Lozano, Zerbin.

Allenatore: Rudi Garcia

SASSUOLO: Consigli, Toljan, Tressoldi, Erlic, Viña (62′ Pedersen), Boloca (62′ Racic), Lopez, Henrique, Bajrami (76′ Thorstvedt), Laurienté (62′ Ceide), Pinamonti (69′ Mulattieri)

A disposizione: Pegolo, Cragno, Ferrari, Miranda, Viti, Paz, Volpato.

Allenatore: Alessio Dionisi.

Arbitro: Sig. Giua di Olbia.

Assistenti: Sig. Del Giovane di Albano Laziale e Sig. Trinchieri di Milano.

IV Uomo: Sig. Rutella di Enna.

VAR: Sig. Chiffi di Padova e Sig. Marini di Roma 1.

Ammoniti: 30′ Tressoldi (S)

Espulsi: 51′ Lopez (S)

Reti: 16′ (R) Osimhen (N), 64′ Di Lorenzo (N)

Questi i voti agli azzurri dopo Napoli – Sassuolo:

MERET, voto 6: al pari della prima col Frosinone, non è chiamato ad alcun intervento di rilievo e vive una serata piuttosto tranquilla.

Difesa

DI LORENZO, voto 7.5: riconferma di un inizio di stagione stupendo per il Capitano azzurro, che dopo i due assist all’esordio in campionato prosegue il suo momento magico segnando il goal del 2-0 che chiude la pratica e decreta, di fatto, la vittoria dei suoi. La sua rete, oltre che preziosissima, è veramente pregevole: diagonale in area all’angolino da bomber consumato. Di mezzo, ma ormai non è più una notizia da tempo, polmoni ad arare la sua corsia in fase offensiva e in quella di ripiego e un altro quasi-assist sfiorato dopo appena due minuti di partita, quando pesca solo soletto Raspadori a pochi passi da Consigli: Jack, però, il goal lo sfiora soltanto e colpisce il palo. Giovanni, invece, è semplicemente un giocatore totale, uno di quelli fatti d’una pasta superiore.

RRAHMANI, voto 6.5: nelle poche circostanze in cui il Sassuolo riesce a imbastire qualche manovra di rilievo, Amin concede le briciole a Laurientè, Pinamonti e Mulattieri

JUAN JESUS, voto 6.5: altra prestazione positiva dopo quella di Frosinone: l’esperto centrale brasiliano dà ragione a Garcia che per il momento lo preferisce titolare al neo acquisto Natan e Juan risponde con un’altra uscita solida nella quale si fa trovare ancora pronto: nessuna sbavatura, tante palle ben giocate in impostazione e via così in scioltezza per tutto il match

OLIVERA, voto 6: si propone generosamente in fase di spinta soprattutto nella ripresa, per il resto l’uruguagio concede veramente poco sulla sua corsia con la consueta prestazione gagliarda, accorta e tenace

Centrocampo

LOBOTKA, voto 6.5: solita maestria per il Professore nella gestione del pallone, la forma fisica non è ancora quella dei giorni migliori ma la sua presenza nello scacchiere azzurro è sempre fondamentale

ANGUISSA, voto 7: scherma, copre, cuce, ricuce, filtra, si propone, danza sulla palla e sfiora pure il goal. Semplicemente Frank Anguissa: uno dei protagonisti del centrocampo più forte d’Italia

ZIELINSKI, voto 7: ripete l’ottima prestazione dell’esordio con un’altra performance di livello. Palla al piede, con le sue sterzate continue, è una delizia. Cifra tecnica di spessore nel centrocampo azzurro

Attacco

POLITANO, voto 7: è una spina nel fianco, sgasa forte, punta sempre, crea pericoli e serve pure ottimi cross. Ha soprattutto il merito di provocare il penalty che consente a Victor Osihmen di portare il Napoli in vantaggio, rigore che Matteo si conquista con astuzia e tecnica.

RASPADORI, voto 6.5: potrebbe far goal dopo poco più di un minuto dal fischio d’inizio, peccato che il suo destro di prima intenzione – su bell’invito del suo Capitano – si spenga sul palo. Preziosissimo il suo apporto in fase difensiva, soprattutto nella fase centrale del primo tempo quando – dopo un dominio iniziale – le forze in corpo ai suoi compagni iniziano a mancare e c’è bisogno del sacrificio di tutti. Anche di quello di Giacomino, che non si fa pregare ed esegue il compito. Cerca il goal con una voglia tale che si riconoscerebbe a chilometri, ma purtroppo manda alto il rigore che Osihmen gentilmente gli concede e che avrebbe potuto sbloccarlo. Sarà per la prossima. Nel frattempo, si intravedono segnali di un Jack più maturo, consapevole e strutturato. E la speranza è che la tendenza si riconfermi

OSIHMEN, voto 7.5: è il solito, straripante, Victor. Ficcante, voglioso, con una spasmodica fame di goal che sembra non potersi mai saziare, quasi fosse per lui il più famelico dei vizi. E’ glaciale quando dal dischetto porta il Napoli in vantaggio. Potrebbe raddoppiare in qualche altra occasione. A volte è poco preciso, altre volte ci si mette per lo mezzo un arto del corpo nemico, a far da frangiflutti. Ma lui è sempre lui. Ed è talmente forte che quando ce l’hai in campo è come ti sentissi più sicuro. Che tanto se non segna, farà segnare. O comunque ti darà sempre una ragione per credere che possa succedere. Da un momento all’altro

I subentrati

KVARA, voto 7: gli bastano appena 120 secondi scarsi dal suo ingresso in campo per mandare Capitan Di Lorenzo davanti a Consigli e mettere la firma sul raddoppio dei suoi che equivale a certificare la seconda vittoria su altrettante giornate per gli azzurri. Primo assist in stagione praticamente al primo pallone toccato. Il resto, è accademia. Dribbla, sguscia, scorge, inventa. Il genio di Tblisi: dove passa lui, il prato verde si infiamma

OSTIGARD, S.V.

ELMAS, S.V.

CAJUSTE, S.V.

SIMEONE, S.V.

I voti agli emiliani dopo Napoli – Sassuolo:

CONSIGLI, voto 6

TOLJAN, voto 5

TRESSOLDI, voto 5

ERLIC, voto 5.5

VINA, voto 5

PEDERSEN, voto 5.5

BOLOCA, voto 5

RACIC, voto 5.5

MAXIME LOPEZ, voto 4

HENRIQUE, voto 5

BAJRAMI, voto 5

THORSTVEDT, voto 5.5

PINAMONTI, voto 5

MULATTIERI, voto 6

LAURIENTE, voto 5

CEIDE, voto 5.5

I voti agli allenatori dopo Napoli – Sassuolo:

GARCIA, voto 7: il suo Napoli, pur con qualche variazione tattica ancora da certificare rispetto a quello Spallettiano, si riconferma solido e convincente, a fronte del gran caldo d’Agosto. Ottimo inizio e ritorno in Italia – oltre che al calcio che conta – per monsieur Rudy. Per tirare le somme ed esprimere giudizi più strutturati ci sembra davvero troppo prematuro, ma l’abbrivio positivo va pur giustamente sottolineato

DIONISI, voto 5:  gli va pur riconosciuta l’attenuante dell’assenza di Berardi, pezzo da novanta nei neroverdi e pedina da cui questo Sassuolo non può davvero pensare di prescindere. Tuttavia, ciò che propongono i suoi è davvero poca roba per pensare di poter impensierire questo Napoli

Il direttore di gara

GIUA, voto 5: proprio non si capisce come non faccia a vedere, ad occhio nudo, un rigore che pareva solare già dalla televisione, che il direttore di gara era convinto non ci fosse e per riconoscere il quale è stato necessario l’intervento del VAR, che ha richiamato l’arbitro al monitor ed ha evitato venisse perpetrato un giallo di proporzioni imbarazzanti.


Spaghetti con gamberetti, zucchine e zafferano

Questa ricetta propone un primo piatto di mare fresco e appetitoso: gli spaghetti con gamberetti, zucchine e zafferano.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare