Memorial Ciccio Ficili
Memorial Ciccio Ficili

Memorial Ciccio Ficili, SiraStabia per sempre fratelli

Memorial Ciccio Ficili un’occasione per stare insieme

30 luglio 2016 Memorial Ciccio Ficili: Oggi vi raccontiamo un viaggio, una manifestazione, una festa e un ritorno a casa. Vi raccontiamo una giornata memorabile condotta da un buon nutrito gruppo di stabiesi, di tifosi della Juve Stabia, uomini e donne che la mattina del 29 luglio scorso hanno iniziato il proprio cammino direzione Siracusa. Alcuni di voi si chiederanno perché questo viaggio, ebbene c’è un gemellaggio sportivo che lega le città di Castellammare e Siracusa, se vogliamo essere più precisi possiamo dire una fratellanza, nel segno di Nicola De Simone calciatore di origini stabiesi che perse la vita mentre indossava la casacca del Siracusa.

Questa fratellanza dal 1984 ha unito due popoli molto distanti geograficamente, ma molto vicini con il cuore, tanto che ogni occasione importante ha visto delegazioni delle due tifoserie far visita ad eventi organizzati dall’altro “fratello”.

Questa volta dicevamo è stata una delegazione di tifosi stabiesi a far visita ai siracusani che avevano organizzato il memorial Ciccio Ficili, ultras del Siracusa scomparso anni addietro, colui che comandava i cori dei tifosi aretusei ad incitare la propria squadra del cuore.

L’occasione è stata un modo per stare insieme prima di iniziare il prossimo campionato che vedrà sfidarsi in campo, dopo tanto tempo, le due formazioni (il Siracusa è stato promosso in Lega Pro n.d.r.).

Emozioni indescrivibili quelle vissute sabato scorso, perché come ripetuto più volte dai tifosi di entrambe le squadre si può parlare di fratellanza e non “semplice” gemellaggio, e come tengono a precisare: ”Noi siamo fratelli non solo sulle gradinate ma anche nella vita”.

Eloquente più di ogni altra parola è stato lo striscione esposto che recitava “contro ogni avversità… Sirastabia per l’eternità!”.

Per la cronaca gli stabiesi sono arrivati alle 10.30 del mattino e sono stati accolti ancora una volta in maniera splendida dai tifosi del Siracusa, i cori hanno riecheggiato sulle scalee dello stadio “Nicola De Simone”, sembrava quasi che ci fosse una partita di calcio.

Nel pomeriggio una partita di calcio, organizzata dai tifosi, ha suggellato ancora di più questa fratellanza nel ricordo di Ciccio. La giornata è andata avanti fino a mezzanotte inoltrata, con l’oscurità della sera che si è trasformata in una tela per i fumogeni e i petardi fatti esplodere dai siracusani, per chiudere una giornata indimenticabile per tutti e due i popoli.

Alla fine della giornata saluti e abbracci tra i tifosi e la speranza è quella di incontrarsi al più presto per trascorrere altre bellissime giornate insieme.

FOTO GENTILMENTE CONCESSE DALLA NOSTRA AMICA MARINA ARIANNA

Ascolta la WebRadio