20.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

venerdì, Maggio 20, 2022

Longobardi: “Il duo Braglia-Di Somma? Porterebbe un entusiasmo che finora a Castellammare non si è visto”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Simone Longobardi, tifoso della Juve Stabia, è intervenuto nel corso della trasmissione “Il Pungiglione Stabiese” per commentare il momento delle Vespe.

Le dichiarazioni di Simone Longobardi sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Il nostro campionato non deve finire il 24 aprile soprattutto per il blasone della Juve Stabia ed è impensabile non vederla nei playoff. Questo è stato un campionato anonimo, ho visto una buona Juve Stabia in casa ma troppi alti e bassi. Facemmo una grande prestazione a Latina. La Juve Stabia – aggiunge Longobardi – era stata creata per posizionarsi nelle prime 5 posizioni. Anche con Sottili ricordo la trasferta di Torre del Greco in cui la Juve Stabia giocò molto bene.

In casa con Novellino abbiamo fatto ottime prestazioni, mentre in trasferta è tutt’altra squadra. A Viterbo – prosegue Longobardi – la Juve Stabia non entrò proprio in campo col Monterosi. A livello mentale questa squadra ha grandi lacune. Sottili alla fine aveva perso la bussola della squadra e ha pagato con l’esonero.

Longobardi tifoso Juve Stabia

Ricordo Eusepi che nel post della gara con la Turris criticò l’operato di Sottili quando diceva che per fare il 4-2-3-1 devi avere tutti i calciatori in condizioni fisiche ottimali.
Ripartirei l’anno prossimo – prosegue Longobardi – da 4 giocatori: Eusepi che ha sempre fatto grandissimi campionati, Stoppa che credo però andrà via, Caldore e il portiere Dini.

A gennaio Rizzo non me lo sarei mai tolto, stesso discorso per Berardocco. Mi sarei aspettato molto di più da Ceccarelli. A Prato – continua Longobardi – fece un’ottima stagione ma a Castellammare non ha inciso. Il duo Braglia-Di Somma? Potrebbe portare un entusiasmo che a Castellammare finora non si è visto. A Castellammare i campionati anonimi non sono mai piaciuti.

Per me la partita più importante della Juve Stabia è quella che si giocherà al Tribunale. E’ importante andare nei playoff ma non credo che si farebbe tanta strada. Sono fiducioso – conclude Longobardi – nei fratelli Langella per quello che stanno facendo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy