Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Real Forio-Leo: “Ci abbiamo creduto, ma rimaniamo con i piedi per terra”

Flavio Leo: "Ci abbiamo creduto, ma rimaniamo con i piedi per terra"

DOPO GARA- L’allenatore dei biancoverdi invita a non fare voli pindarici

Simone Vicidomini– Il Real Forio vince per un 1-0 contro il Napoli United grazie ad un gol di Gianluca Saurino e vola in classifica a quota nove punti. Una vittoria abbastanza sofferta che ha creato un entusiasmo eccezionale, con scene che non si vedono facilmente all’ombra del Torrione. Dopo questa vittoria ora sembra di sognare davvero in grande. “Dobbiamo rimanere con i piedi per terra- attacca Leo-. Consapevoli delle nostre potenzialità e di quello che possiamo fare per migliorare. Siamo una squadra che se lavorando possiamo migliorare. La cosa che mi è piaciuta oggi è che ho visto una squadra aggressiva, molto determinata e questo ha fatto la differenza.

Eravamo consapevoli di affrontare un’ottima squadra e abbiamo tenuto testa molto bene. L’espulsione ai danni loro ci ha permesso di sfondare, anche se sinceramente speravo che la squadra avesse un po’ più di coraggio alzando il proprio baricentro e giocare palla a terra. Invece così non è stato dove ha avuto ancora una volta paura di vincerla e chiaramente questi sono aspetti che vanno migliorati durante la settimana su cui lavoreremo. E’ chiaro che questo entusiasmo va coltivato e sinceramente siamo a 9 punti e siamo tutti contenti. La partita giocata contro il Sant’Antonio Abate mi auguro che sia soltanto un episodio che ci rimanga alle spalle perché ci ha dato la possibilità di crescere. Rimaniamo con l’amaro in bocca ma comunque siamo contenti per tutto il lavoro che stiamo svolgendo”.

Sono bastate alcune variazioni tattiche e dopo poco il Real Forio ha sbloccato il risultato. Un’azione con un imbucata di Jelicanin che ha giocato più vicino a Saurino che lui ha subito tratto vantaggio e questo non è un caso? “Saurino e Jelicanin si trovano molto bene insieme, però abbiamo iniziato con un assetto diverso. Avevo bisogno di più di fisicità, anche sugli esterni perché provavamo a sfondare lateralmente perché loro venivano molto alti. E’ chiaro che nel momento in cui ho visto che eravamo in difficoltà a sfondare con un uomo in più, ho ritenuto subito spostare Jelicanin vicino a Saurino e lavorare con quattro attaccanti.

Oggi i ragazzi hanno fatto un’ottima partita e sono contento della prestazione, dell’atteggiamento e sono contento delle prove singolari, sottolineando l’abnegazione di Annunziata che ha giocato una partita eccellente, giocando fuori ruolo ha espresso tutto il suo valore”. Nella prossima partita si ripartirà dal 4-3-3 o da questo modulo visto nel finale? “No quella è stata un’occasione per fare un 4-2-4 con quattro attaccanti però è un atteggiamento abbastanza offensivo. Domenica andremo a giocare in casa dell’Albanova, una squadra molto forte che si vorrà togliere una pietra dalla scarpa, dove sabato ha perso contro il Savoia. Dobbiamo rimanere saldi con i piedi per terra ma consapevoli che questa è una squadra che può crescere tantissimo e che può fare bene. Ci godiamo questo entusiasmo -chiosa Leo- e lo coltiviamo per esprimerci ancora meglio”.