Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CONFESERCENTI NAPOLI: FOCUS SUL LIBRO DI CATELLO MARESCA “MALE CAPITALE”

Presso la sede di Confesercenti Campania si è tenuto un focus sul libro “Male Capitale” (edito da Giapeto Editore) scritto dal magistrato della DDA di Napoli Catello Maresca. L’incontro con gli esercenti napoletani si è rivelato particolarmente interessante per approfondire tematiche relative ai danni che il malaffare genera nei confronti della società civile e del commercio in particolare. Catello Maresca, pubblico ministero noto per il grande impegno profuso nella lotta al clan dei Casalesi e la cattura dopo sedici anni di latitanza dell’ormai ex boss Michele Zagaria, si è intrattenuto nello spiegare le strategie di aggressione che quotidianamente vengono attuate dalle forze dell’ordine nei confronti delle organizzazioni criminali. Il Presidente di Confesercenti Napoli e Campania, Vincenzo Schiavo, ha fatto gli onori di casa sottolineando l’importanza della presenza di Maresca in sede a dimostrazione che lo Stato è vicino ai cittadini onesti e ai commercianti troppe volte in balia di chi delinque. “Il profondo impegno di uomini di valore come Catello Maresca – ha detto Schiavo – è essenziale per dare fiducia agli imprenditori del nostro territorio. La loro energia è la nostra energia. Cambiare in meglio la nostra economia si può – ha aggiunto il Presidente Schiavo -. A nome di tutti i presidenti territoriali e di coloro che tutti i giorni tra noi si occupano di giustizia e di usura, auguro a Maresca e a tutti i suoi colleghi di riuscire a fare sempre di più, per consentirci di vivere un futuro migliore e consegnare ai nostri figli una Campania diversa”. Catello Maresca, con tono lucido e rassicurante, si è detto pronto a continuare il proprio lavoro con determinazione e ottimismo. Il pm ha dichiarato che questo libro ha lo scopo di veicolare un messaggio positivo indirizzato soprattutto ai più giovani che attraverso la conoscenza del “male capitale” che la criminalità genera e l’illusoria ricchezza con cui essa adesca i propri affiliati, possano prenderne le distanze e scegliere sempre le vie della legalità.