11 C
Castellammare di Stabia
domenica, Aprile 11, 2021

Come riconoscere ed evitare truffe nel trading online

Da leggere

Il trading online non è un gioco né una scommessa. Per questo motivo non esistono trucchi né formule magiche per avere successo: c’è bisogno, invece, di tanto impegno. Ciò ovviamente può sembrare un paradosso, visto il carattere immediato delle operazioni che vengono effettuate; eppure è bene tenere conto del fatto che i risultati devono essere considerati nel medio termine. Che cosa vuol dire? Che ciò che si guadagna oggi può essere perso domani. Non ci sono regole matematiche, e chi promette guadagni costanti in questo settore non è altro che un truffatore. Non ci si deve preoccupare se nel corso di qualche giorno si accumulano delle perdite: i bilanci devono essere stilati con uno sguardo più ampio, a livello settimanale o addirittura mensile.

Come pianificare le proprie strategie

Dopo che è stato pianificato il budget da investire, arriva un momento in cui si tocca il limite, e cioè si esauriscono gli investimenti: è a questo punto che bisogna tirare le somme e valutare se e quanto si sta perdendo o se e quanto si sta guadagnando. Nel caso in cui ci si renda conto di essere in perdita, le strategie a cui si può ricorrere per rimediare sono molteplici: la via più semplice sarebbe quella di lasciar perdere, ma se non ci si vuole rassegnare è possibile modificare la propria strategia. Una terza alternativa è quella di approfondire e consolidare lo studio.

Attenzione alle truffe

Dando un’occhiata ai siti per smascherare le truffe ci si può rendere conto con facilità di quanto siano diffusi, purtroppo, i tentativi di frode nel mondo del trading. Per fortuna nella maggior parte dei casi riconoscerli non è complicato: è sufficiente stare in guardia rispetto a chi promette risultati troppo rapidi. Chiunque assicuri di riuscire a offrire profitti certi sta tramando qualcosa di losco, ed è bene mantenersene alla larga. Sia chiaro: se le strategie sono oculate e gli investimenti sono giusti, il trading è in grado di offrire risultati sia sul breve che sul brevissimo termine. Il problema è che i risultati a volte possono essere negativi, soprattutto se non ci si cimenta in una formazione adeguata. Informarsi è molto importante, perché il rischio che un’operazione non vada a buon fine è molto elevato.

Come valutare un sito web

Se si naviga su un sito web dedicato al trading online, è importante essere in grado di valutarlo in modo approfondito. Si tratta di capire, per esempio, quanto spazio è riservato alla formazione, quale importanza è dedicata all’aggiornamento, e così via. Sarebbe preferibile, poi, che fosse disponibile un canale di comunicazione costantemente aperto. Le guide sui broker sono sempre utili, per una formazione completa e a cui ci si possa affidare.

Come funziona una truffa

Non è esagerato sostenere che nel settore del trading online le truffe sono frequenti. Diversi operatori telefonano da call center e puntano sulla scarsa conoscenza di questo argomento da parte di molte persone. Le potenziali vittime vengono rassicurate sulla possibilità di guadagnare senza che sia necessario fare nulla: si promette un impegno di pochi minuti al giorno per ottenere guadagni rilevanti. A patto, ovviamente, di versare una somma di denaro iniziale. Il problema è che non esiste alcuna garanzia di guadagno, e queste promesse sono destinate a rivelarsi aria fritta.

I broker non regolamentati

Un altro pericolo di cui è bene diffidare è quello relativo ai broker non regolamentati: essi offrono la possibilità di fare trading anche a clienti che non potrebbero. Vale la pena di sapere che per operare nel nostro Paese un broker deve essere in possesso della licenza Cysec, o comunque di una certificazione valida a livello europeo; è necessaria, inoltre, l’iscrizione presso il registro Consob. In questo modo gli utenti possono essere certi che vengano rispettate le normative Esma e Mifid 2. Una selezione di piattaforme sicure è disponibile su molti siti web, ma la Rete pullula di false informazioni. E non solo: ci sono perfino siti che hanno le sembianze di broker ma che in realtà hanno altri fini, come per esempio la vendita di servizi di segnali.

Come scegliere un broker

A questo punto è spontaneo domandarsi che cosa di possa e si debba fare per evitare di essere coinvolti in una truffa quando si fa trading. Il primo passo da compiere è quello di optare per un broker noto e di fama: in questo caso si può essere certi della sua affidabilità. Si tratta, quindi, di scegliere una realtà con licenza riconosciuta; le licenze devono essere indicate in home page. Ovviamente il fatto che un broker sia legale e affidabile non implica che esso permetta di guadagnare sempre e comunque: i ricavi nel trading sono solo il frutto dell’impegno, della conoscenza e della saggezza degli investitori.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio


Ascolta con un altro player
Winamp, iTunes Windows Media Player Real Player QuickTime

Sponsor

Ultime Notizie

- Pubblicità -