26.5 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Agosto 8, 2022

Centro storico: somministra alcolici a minori. Bar chiuso per 60 giorni

Da leggere

Napoli: disposta la sospensione per 60 giorni dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande nei confronti di un bar del Centro storico in via Carrozzieri a Monteoliveto.

Centro storico: somministra alcolici a minori. Bar chiuso per 60 giorni

Napoli, Centro Storico: Polizia effettua arresto per detenzione ai fini di spaccio
(foto archivio)

Il Questore di Napoli, su proposta della Polizia Municipale di Napoli – Dipartimento Sicurezza – Servizio Polizia Locale – Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori – Nucleo di P.G., ha disposto la sospensione per 60 giorni dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande nei confronti di un bar in via Carrozzieri a Monteoliveto.

In particolare, nella serata del 9 luglio scorso, gli agenti della Polizia Locale, durante i servizi di controllo predisposti nelle aree della “movida” del Centro Storico, hanno denunciato il titolare dell’attività per aver somministrato bevande alcoliche a due ragazzi di 14 e 17 anni.

Inoltre, lo scorso 18 giugno, gli agenti lo avevano già denunciato in quanto era stato sorpreso mentre somministrava bevande alcoliche a un 15enne e ancora, il 16 aprile scorso, avevano denunciato sia l’uomo che un dipendente per aver, quest’ultimo, venduto una bevanda alcolica ad una 15enne.

In tutte le circostanze descritte non era stato richiesto ai consumatori il documento d’identità nonostante i caratteri somatici ne evidenziassero la minore età.

Già in precedenza, il 21 gennaio 2020, personale della Polizia Locale aveva: denunciato il padre del titolare per aver venduto bevande alcoliche a minori degli anni 16.

Invece, il 27 novembre dello scorso anno, era stato sanzionato il titolare dell’attività in questione e, infine, lo scorso 15 gennaio, il padre del titolare era stato sanzionato per aver venduto bevande alcoliche a due ragazze sedicenni e per tale ragione, il 9 marzo, il Questore di Napoli aveva disposto la sospensione per 30 giorni dell’attività.

Il provvedimento, anche in considerazione delle ripetute condotte lesive della salute dei minori, è dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per la sicurezza pubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy