27.7 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

martedì, Maggio 24, 2022
Array

Castellammare di Stabia: i commercianti organizzano protesta

Da leggere

I commercianti di Castellammare di Stabia vogliono protestare pacificamente con l’iniziativa “luci accese nei negozi vuoti”.

Castellammare di Stabia: i commercianti organizzano protesta pacifica

 

Castellammare di Stabia (Na)-I commercianti di Castellammare vogliono protestare pacificamente per richiamare l’attenzione della stampa e del governo: verranno aperte di mattina le serrande dei negozi e accese delle luci all’interno dal lunedì al venerdì dalla prossima settimana.

«Cari amici commercianti c’è la volontà di esprimere una “protesta civile” per provare a richiamare l’attenzione della stampa e del governo sulla situazione di grave emergenza che stiamo attraversando. Tale protesta la vorremmo esprimere TUTTI aprendo le serrande e accendendo le luci nelle vetrine e all’interno dei negozi di mattina, chi può dal lunedì al venerdì della prossima settimana. Aspettiamo le adesioni.» Questa la dichiarazione di un dei commercianti che ha espresso la volontà di dare questo segnale. C’è da aggiungere che probabilmente non tutti condivideranno l’iniziativa, dato il rischio di ricevere sanzioni e perché no anche considerando una bolletta della luce elevata!

Considerando che ieri si è tenuta l’iniziativa L’ORA DELLA TERRA , in cui il Colosseo a Roma, Palazzo Vecchio a Firenze e l’Arena a Verona hanno spento le luci a rappresentare l’emergenza dello spreco delle risorse a disposizione sul nostro pianeta, siamo sicuri che “lasciare le luci accese nei negozi -per di più dalla mattina- sia una scelta giusta?”.

La cittadinanza è certamente vicina ai commercianti stabiesi, considerando che sono coinvolte tante famiglie, forse però c’è da ripensare al modo di “attirare l’attenzione della stampa e del governo”.

Nel caso del Governo statale, nelle ultime conferenze stampa, il Presidente del Consiglio Draghi è stato chiaro nel dire che le “riaperture” sono auspicate, ma a condizione che i dati registrati sui contagi siano incoraggianti-dunque calino!; questo dipende dal comportamento delle persone, che siano quanto più disciplinate possibile, perché ricordiamolo, c’è in gioco la Vita.

A seguire il governo locale, potrà concretamente attuare scelte politiche che incoraggino la ripresa.

Si soffre tutti ormai da più di un anno, è uno “spreco” manifestare in questo modo, ci si ritroverebbe con bollette della luce alle stelle, sanzioni per aver aperto i negozi scontrandosi con le normative emanate e aumenterebbe il malessere sociale già ampiamente diffuso. Senza contare il dolore di chi in questa pandemia ha sofferto la perdita dei propri cari e vorrebbe che ci fosse una maggiore disciplina nei comportamenti.

La stampa è pronta a dar voce ai commercianti, a sottolineare quanto la politica in quest’anno non sia intervenuta sempre “in tempo” in soccorso dei commercianti per le ingenti perdite subite; è uno sfregio alla vita perduta dei tanti che ci hanno lasciato creare ulteriori circostanze di assembramento.

Cari Commercianti, siamo con Voi! .

La vostra voce arriva e si fa sentire senza dover accendere le luci dei negozi -già dal mattino!.

 

 

Stéphanie Esposito Perna / Redazione Campania

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy