insigne e mertens

“Andate in vacanza, fatevi due bagni e tornate”, andò così tra De Laurentiis e l’entourage di Insigne

I dettagli riferiti da Il Roma

Chi più ne ha, più ne metta. Il Napoli appena risolve un problema di rinnovi ne esce un altro subito dopo che rende la situazione ancora più incandescente. Aurelio De Laurentiis deve fare i conti anche con i mal di pancia di Lorenzo Insigne. I manager del calciatore stanno chiedendo un incontro da tempo per poter parlare di futuro ma l’ appuntamento viene sistematicamente rinviato. Antonio Ottaiano, Fabio Andreotti e il papà Carmine andarono anche a Dimaro per poter incontrare il presidente ma purtroppo si trovarono nel momento delicato dell’ addio di Higuaìn. E la risposta del patron non fu molto accettata: «Andate in vacanza, fatevi due bagni e poi tornate», disse a grandi linee don Aurelio. I tre intascarono il diniego e se ne tornarono a Napoli.

Nel frattempo il Napoli ha perso Higuaìn e ha offerto ad Icardi per convincerlo a vestire la maglia azzurra più di sette milioni di euro a stagione. È di qualche giorno la notizia del rinnovo fino al 2020 di Hamsik dopo che anche Callejon era stato accontentato. Nell’ agenda ci sono anche gli accorgimenti per Hysaj e Mertens. Ed Insigne? Ancora niente. Ecco, quindi, che uno dei suoi agenti ha deciso di alzare la voce minacciando l’ addio. A Lorenzo non è piaciuta una risposta di De Laurentiis ed è per questo che si sta valutando l’ ipotesi di andare via.

A sentire l’ entourage del calciatore le richieste non mancano. Addirittura ci sarebbe due tre club molti ricchi d’ Europa. Una dura presa di posizione che dovrebbe costringere De Laurentiis ad alzare bandiera bianca e accettare il rinnovo richiesto. Si parla di un ingaggio che supera i tre milioni di euro a stagione. Una cifra abbastanza alta ma che attualmente può essere considerata normale visto come stanno andando le cose. Il sasso nel lago, dunque, è stato lanciato. Adesso bisogna capire se l’ Aurelio furioso lo raccoglierà dal fondo o se si arriverà a muro contro muro. Di sicuro per come si è messa la situazione non si preannuncia nulla di buono. Anche perché a sentire l’ agente il calciatore non sta vivendo serenamente questo periodo di preparazione.