Altri illeciti contro il reddito di cittadinanza, individuati 3 indebiti percettori

La GdF di Carini (PA) ha individuato altri illeciti contro il reddito di cittadinanza

La GdF di Carini (PA) ha individuato altri illeciti contro il reddito di cittadinanza in 3 indebiti percettori che avevano omesso dei dati

Nei giorni scorsi i Finanziari della Tenenza di Carini comune della provincia tirrenica di Palermo, in esito ad attività di intelligence economico-finanziaria e in stretta sinergia e collaborazione info-operativa con l’INPS, hanno individuato tre soggetti, tutti residenti a Carini, risultati illecitamente percettori del Reddito di Cittadinanza.

I soggetti controllati avevano omesso di comunicare dati e informazioni concernenti lo stato reddituale.

In particolare, gli stessi non avevano dichiarato nella richiesta di accesso alla misura di sostegno assistenziale vincite on line per importi superiori a 20 mila euro.

Tenuto conto che tale circostanza costituisce causa ostativa alla concessione del beneficio, i finanzieridi Carini hanno proceduto a denunciare i tre soggetti indebiti percettori,  alla Procura della Repubblica di Palermo per le violazioni previste dagli artt. 3 e 7 del D.L. n. 4/2019 e, contestualmente,   alla loro segnalazione al locale Ufficio I.N.P.S. per l’irrogazione delle sanzioni amministrative di revoca/decadenza del beneficio nonché per il recupero coattivo delle somme già indebitamente percepite, complessivamente pari a oltre € 76 mila.

NOTA

L’attività di servizio, conferma il ruolo di polizia economico-finanziaria affidato al Corpo della Guardia di Finanza, a contrasto di coloro i quali, accedendo indebitamente a prestazioni assistenziali erogate dallo Stato, sottraggono importanti risorse economiche destinate a favore di persone e famiglie che si trovano effettivamente in condizioni di disagio.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)