Quantcast
Banner Gori
Pasquale Padalino Juve Stabia Bisceglie
juvestabia - news

Juve Stabia | Padalino: “Con il 2-0 sarebbe stata una partita diversa”

Pasquale Padalino, tecnico della Juve Stabia, è intervenuto in conferenza stampa al termine del match pareggiato con la Paganese per 1-1

Juve Stabia | Padalino: “Con il 2-0 sarebbe stata una partita diversa”

Pasquale Padalino, allenatore delle Vespe, è intervenuto in conferenza stampa al termine del match pareggiato contro la Paganese 1-1 per effetto delle reti siglate da Romero, mentre per la Paganese in gol Mendicino.

Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it

“Le disattenzioni difensive mi preoccupano perchè a volte ti possono portare anche a subire gol. In più di un’occasione siamo stati fragili e poco determinati nel contrastare e farci rispettare nei duelli individuali contro un avversario che spesso andava alla ricerca di questo.

Per me la Paganese non è una sorpresa, in questo girone i ragazzi lo sanno, tutti hanno la voglia di fare risultato e di essere protagonisti, soprattutto quando incontri squadre come la Juve Stabia che vengono da una retrocessione dalla serie cadetta.

Erra fino ad oggi ha giocato con un 5-3-2 ma i moduli sono relativamente importanti, non mi ha meravigliato il 4-4-2, ha fatto la partita che doveva fare.

Se fai la partita o provi a farla, concedi delle ripartenze. Questo è lo scotto che può pagare chi prova a giocare anziché magari liberarsi della palla e togliersi da qualsiasi responsabilità. Tante disattenzioni e tanti errori sono un pò figli di quelle che sono le nostre manovre, è più facile stare lì compatti e ripartire a campo a aperto. Questo abbiamo provato a dettarlo ai nostri calciatori, lo stanno facendo, a volte bene e altre meno bene, in attacco creiamo tante occasioni, i due pali fanno parte del gioco. Peccato, se avessimo fatto il secondo gol avrebbero fatto registrare una partita e un risultato diverso.

Abbiamo fatto delle partite migliori, non tutte le partite sono uguali, ci sono anche gli avversari. Lo stato di forma e la giornata “no” di alcuni. Vanno considerate tante cose ma nel complesso i ragazzi sono stati nella partita, hanno provato fino alla fine a fare risultato soprattutto nel secondo tempo. La nostra condizione finirà di crescere quando tutti quanti chiederanno a sè stessi quel qualcosa di massimale che ad oggi non c’è e che quindi all’interno di questa squadra non si può vedere”. 

a cura di Giuseppe Rapesta

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Giuseppe Rapesta

Giuseppe Rapesta

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più