Quantcast

Banner Gori
juvestabia - editoriale

EDITORIALE – Juve Stabia immortale: questa è Stabia!

Indomita, affamata, caparbia, tanti sono gli aggettivi da accostare alla Juve Stabia vista a Vibo Valentia. Il più azzeccato è pero “immortale” perché la compagine gialloblù è stata capace di trarsi fuori anche da una situazione che, al minuto 92, era diventata sportivamente parlando tragica.

Il bolide con cui Franchino ha perforato Branduani sembrava infatti aver messo fine alla lunghissima striscia positiva gialloblu, riportando a terra le Vespe. A sistemare le cose, probabilmente mandando su tutte le furie anche tanti spettatori interessati, non stabiesi, avanti alla tv, ci ha pensato però Carlini, che con il suo gol da testardo opportunista ha recapitato in regalo alla sua squadra un punto che, per valenza simbolica, ne vale almeno dieci.

Proprio le incredibili doti caratteriali mostrate per l’ennesima volta dalla Juve Stabia confermano come i ragazzi di Caserta siano duri a soccombere, in un certo senso, appunto immortali. Ci è quindi tornato in mente un frammento del capolavoro cinematografico “300”, laddove Leonida, Re degli Spartani in guerra contro i Persiani, così parla delle truppe persiane definite “immortali” che il suo manipolo di uomini si troverà a fronteggiare: “Immortali…metteremo alla prova il loro nome”. In effetti ieri l’immortalità sportiva della Juve Stabia è stata, senza successo, messa alla prova.

La Juve Stabia scesa in campo ieri, ammettiamolo, non ha offerto la prestazione migliore della sua stagione. Per buona parte della gara i calabresi hanno offerto un giro palla migliore, al netto delle due occasionissime stabiesi del primo tempo firmate Viola e Aktaou. Più che comprensibile, visto lo score da record delle Vespe, un pomeriggio di lieve appannamento, soprattutto se condito, in compenso, da una voglia matta di non perdere, anche quando la sconfitta sembra inevitabile. L’intelligenza tattica e le qualità tecniche, da sempre in questa stagione armi in più della Juve Stabia, si sono viste solo a tratti in un match che al 92esimo minuto appariva compromesso. Riuscire a rimettere in carreggiata una gara del genere, con l’ultimo pallone lanciato in area, non può che trasmettere più entusiasmo di una “normale” vittoria.

Come le truppe al comando di Leonida arretravano sulle Termopili innanzi alla potenza persiana, ma senza capitolare, così i ragazzi di Caserta hanno sofferto una grande Vibonese, che dirà la sua anche ai playoff, senza mai dar seguito ai segnali negativi che stavano per abbattersi sullo stadio “Luigi Razza” di Vibo. Probabilmente, ai punti, sarebbero state le milizie calabresi a meritare qualcosa in più, ma la Juve Stabia è riuscita a non uscire sconfitta da una battaglia che sembrava ormai persa.

Al di là dei paragoni e collegamenti non propriamente tecnici che spesso ci piace fare, la compagine gialloblù può e deve trarre il massimo dal pareggio di Vibo Valentia. Un risultato che, non solo mantiene le Vespe imbattute e ben distanti dalle inseguitrici, ma che potrebbe essere decisivo soprattutto sul morale, inversamente proporzionale, della Juve Stabia e degli avversari.

Massima attenzione ora al match interno con il Matera, gara apparentemente scontata ma imprescindibilmente da vincere con lo stesso spirito visto a Vibo. Uno spirito alla “Questa è Sparta..ops Stabia!”

Raffaele Izzo

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania