Quantcast

Banner Gori
antonio conte inter
Calcio

Le pagelle di Inter – Milan: Ibrahimovic fortissimo, Lukaku non basta

Il Milan batte l’Inter e si aggiudica la prima stracittadina della stagione. Ibrahimovic segna un’altra doppietta all’Inter dopo quella della scorsa stagione. Lukaku ci prova in ogni modo, mentre Hakimi e Barella sono sempre un pericolo. Ottima prestazione per tutti i rossoneri.

Vi proponiamo le pagelle dei calciatori dell’ INTER:

Handanovic 6,5: para il rigore di Ibrahimovic e non è sempre semplice, ma sulla respinta è rapace lo svedese. Non può nulla sul secondo gol.
D’Ambrosio 5,5: non riesce mai a contenere Leao e si fa saltare troppo facilmente in occasione del raddoppio del Milan.
De Vrij 6: contenere Ibra non è un compito semplice, neanche per il miglior difensore della scorsa stagione di Serie A. Eccezion fatta per i primi 15 minuti, riesce a contenerlo sufficientemente bene.
Kolarov 5: malissimo il serbo ex Roma. Saelemaekers è sempre pericoloso nel primo tempo ed è disastroso nel concedere, con un fallo ingenuo, il rigore al Milan. Meglio nella ripresa ma “la frittata è fatta“.
Hakimi 6,5: anche oggi molto bene per il neo acquisto nerazzurro. Sulla fascia è letteralmente una spina nel fianco e arriva quasi sempre a servire i suoi compagni in area di rigore. Male in fase difensiva, dove non riesce mai ad aiutare D’Ambrosio.
Brozovic 5,5: il croato è bravo a far girare il pallone, ma, complice Kessié, non riesce a farlo sempre benissimo. Non si rende mai pericoloso. (dal 67′ Eriksen 5,5: dovrebbe dare qualità al centrocampo nerazzurro, ma entra in campo senza voglia. Se sono queste le prestazioni non può lamentarsi se il mister lo lascia in panchina.)
Vidal 6: un guerriero in mezzo al campo. Non riesce negli inserimenti, ma in interdizione è impeccabile. Peccato per l’ennesimo giallo. (dal 83′ Sanchez SV)
Perisic 6: il croato non aiuta mai un Kolarov in difficoltà ed è da una sua palla persa che parte il contropiede del 2-0 milanista. Si rifà sfornando l’assist per Lukaku.
Barella 6,5 : bene il nazionale azzurro. Corre per quattro ed affronta ogni contrasto. Si inserisce molto bene giocando da trequartista. Nella ripresa cala e sbaglia qualche passaggio di troppo.
Lautaro 6: molto bene nella prima mezz’ora in cui l’Inter non riusciva a giocare. Cala vistosamente col passare dei minuti, complice il rientro tardivo dalla pausa nazionali.
Lukaku 7 : bravissimo il “gigante buono” nerazzurro. L’unico sempre pericoloso ed è suo il gol dell’1-2, che però, alla fine, non basta.
All.Antonio Conte 5,5: le tante assenze per Covid-19 non possono essere una scusante. L’Inter gioca bene, ma subisce molto. Gli otto gol subiti in quattro partite ne sono una dimostrazione.

Questi i voti per i calciatori del MILAN:

Donnarumma 6: non è impegnato in alcuna parata difficile e, per questo, deve ringraziare i suoi difensori. Non può nulla sul gol di Lukaku.
Calabria 6,5 : gioca bene il terzino classe ’96. Quando sale è pericolo, dietro contiene bene Perisic.
Kjaer 6,5: nel primo tempo fa a sportellate con Lautaro, non un cliente semplicissimo. Nel secondo tempo, con l’involuzione dell’argentino, sale in cattedra e chiude la porta ad entrambi gli attaccanti nerazzurri.
Romagnoli 6,5 : vale lo stesso discorso del compagno di reparto. Nonostante lo stop per infortunio di queste settimane, il capitano rossonero è fondamentale a non lasciar passare Lukaku.
Théo H. 5,5: l’unica nota leggermente amara. Da lui ci si aspettava di più e, invece, Hakimi lo supera sempre; in fase offensiva, tranne qualche sgroppata lungo l’out di sinistra, non riesce a rendersi pericoloso.
Kessié 6,5 : anche lui molto bravo e generoso. Corre tantissimo e combatte contro tutti i centrocampisti avversari, dando una mano in difesa quando serve. (dal 86′ Tonali SV)
Bennacer 6 : non uno dei protagonisti nella vittoria milanista, ma, ad inizio secondo tempo, recupera una palla pericolosissima in area di rigore.
Saelemaekers 6,5 : ottima prestazione la sua. Nel primo tempo nessuno riesce a fermarlo e fa partire il contropiede del 2-0 rossonero. (dal 61′ Castillejo 6: entra bene in campo con qualche dribbling e un paio di tiri fuori.)
Calhanoglu 6,5: ha dimostrato ancora una volta l’ottimo trend dal post-lockdown. Non ha segnato e non ha fatto assist, ma è importantissimo nel giro palla milanista.
Leao 7 : fa una gran partita il portoghese. Con i suoi dribbling da capogiro, D’Ambrosio capisce poco lungo tutta la sua permanenza in campo. Fornisce un assist al bacio per Ibrahimovic. (dal 61′ Krunic 5,5 : si divora il gol del possibile 1-3)
Ibrahimovic 8 : è come il vino: più invecchia più diventa buono. A 39 anni, lo svedese continua ad insegnare calcio. Non sbaglia nulla, solo il rigore, che poi, però respinge in rete. Nel secondo tempo è eccezionale nel fare da boa per la squadra, arpionando ogni pallone che gli viene servito. Strepitoso.
All. Stefano Pioli 7: azzecca la mossa Leao, sa dove colpire l’Inter e, con Ibra in squadra, il lavoro diventa meno difficile. Complimenti, in ogni caso, a un allenatore che fino a due mesi fa era stato messo alla porta dalla sua società.

IL RESOCONTO DELLA PARTITA

A cura di Claudio Savino

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Claudio Savino

Claudio Savino

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più