Sud - cronaca

Castellammare, arriva il via libera per l’abbattimento delle strutture abusive di Varano

Palazzo Farnese di Castellammare, comune
Il Commissario Prefettizio ordina l’abbattimento delle strutture abusive nei pressi degli scavi di Castellammare di Stabia

E’ arrivato il via libera da parte del Commissario Prefettizio Gaetano Cupello: gli edifici costruiti nei pressi degli scavi archeologici di Castellammare di Stabia che sono stati definiti abusivi al termine del processo, saranno abbattuti. La maggior parte delle strutture in questione è stata realizzata dopo l’introduzione del vincolo archeologico sull’intera area stabiese, entrato in vigore a partire dal 1962. Lo stesso Commissario Prefettizio Gaetano Cupello, ha stanziato 300 mila euro per l’esecuzione degli abbattimenti delle opere abusive presenti a Varano.

Sono 76 le costruzioni a rischio ma di queste soltanto 16 sono state classificate come abusive. Il Comune più che mai determinato ad abbattere gli edifici non rispettano i vincoli presenti nella zona. La prossima amministrazione, che sarà eletta il 27 maggio, non potrà nascondere i fondi previsti da Cupello per l’abbattimento delle strutture abusive.

Dopo anni è arrivata l’ufficialità che dà il via all’operazione di abbattimento degli edifici abusivi. La politica più di una volta ha accantonato il problema evitando delle scelte che potevano risultare impopolari. Ma questa volta il Commissario ha optato per la strada della legge e della trasparenza accantonando una somma cospicua per dare l’avvio ad una serie di abbattimenti.

Il Soprintendente di Pompei, Massimo Osanna, sarà soddisfatto della decisione presa, dato che ha sempre chiesto al Comune di Castellammare di abbattere le costruzioni abusive prima di pensare ad un piano per un possibile rilancio turistico della città

Anche la Prefettura sta chiedendo alle singole amministrazioni di procedere sul fronte degli abbattimenti. Nella città delle acque l’allarme è stato a lungo inascoltato e solo in pochi casi si è ricorso all’utilizzo del georadar per localizzare la presenza di eventuali reperti archeologici nei terreni sottostanti gli edifici.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania