Opinioni

Salvini e la politica del blabla sulle vaccinazioni

Salvini e La politica del blabla

Salvini ha vaccinato i suoi figli ma, per qualche voto in più, dice che vuole abolirne l’obbligo e quindi promette che, se andrà al governo, cancellerà le norme Lorenzin*

Salvini e la politica del blabla

 “Vaccini sì, obbligo no”, è quanto ha detto Matteo Salvini in un tweet, spiegando così la posizione della Lega. Se la Lega andrà al governo, dice, “cancelleremo le norme Lorenzin” sull’obbligo vaccinale.

In seguito, rispondendo alla ministra Lorenzin che ne ha evidenziato lo strizzare l’occhio a quanti fanno, in e per questo, un gioco molto pericoloso per tutti, ha aggiunto:

“Da papà che ha scelto e, non per obbligo, ha vaccinato i suoi figli e che ben conosce le utilità ma anche i rischi legati a questa scelta, consiglio a tanti chiacchieroni la lettura di questo testo, assolutamente scientifico, del prof. Paolo Bellavite: ‘Vaccini sì, obblighi no’”.

Nel merito interviene anche Renzi che, durante la registrazione di ‘Porta a porta, non manca di dire la sua:

Mettere in discussione l’obbligatorietà dei vaccini è “una cosa enorme” che “mette a repentaglio la sicurezza dei nostri figli” “Salvini ha detto non voglio l’obbligatorietà dei vaccini, a suo tempo l’ha detto M5s. Ci rendiamo conto che si gioca una battaglia di civiltà? E’ una cosa enorme, significa mettere a repentaglio la sicurezza dei nostri figli”.

Sic ….. blabla politico, appunto!

“Con legge sui vaccini proteggiamo i nostri figli e le prossime generazioni”. Così il Ministro della salute Beatrice Lorenzin ha commentato il via libera definitivo al Decreto vaccini

Per i minori di età compresa tra 0 e 16 anni e per i minori stranieri non accompagnati sono obbligatorie e gratuite – in base alle specifiche indicazioni del Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascuna coorte di nascita – le seguenti vaccinazioni:

  • anti-poliomielitica
  • anti-difterica
  • anti-tetanica
  • anti-epatite B
  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b
  • anti-morbillo
  • anti-rosolia
  • anti-parotite
  • anti-varicella

L’obbligatorietà per le ultime quattro è soggetta a revisione ogni tre anni in base ai dati epidemiologici e delle coperture vaccinali raggiunte.

A queste 10 vaccinazioni se ne aggiungono quattro che il decreto prevede ad offerta attiva e gratuita, ma senza obbligo, da parte di Regioni e Province autonome:

  • anti-meningococcica B
  • anti-meningococcica C
  • anti-pneumococcica
  • anti-rotavirus.

Le vaccinazioni obbligatorie saranno vincolanti per iscrizione ad asili e servizi per infanzia. Dovranno vaccinarsi anche gli studenti fino a 16 anni. Sanzioni per chi non rispetta l’obbligo da 100 a 500 euro.

Disposizioni transitorie semplificano l’iscrizione all’anno scolastico 2017-2018. Sarà possibile anche prenotare gratuitamente le vaccinazioni in farmacia tramite CUP.

Consulta la Guida al Decreto vaccini, convertito in Legge il 28 luglio 2017.

Vai al sito www.salute.gov.it/vaccini

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania