Meteo Nazionale 15-16 Ottobre: Tra poco Ottobrata Bis

Meteo Nazionale 15-16 Ottobre 2022: Tra poco Caldo insolito con l’Ottobrata Bis, picchi fino a 30°C; vi diciamo dove.  #meteonazionale #meteo #previsionimeteo #Ottobre

Leggi anche:

Meteo Nazionale 15-16 Ottobre: Tra poco Ottobrata Bis

Nei prossimi giorni l’Italia sarà avvolta da un caldo insolito, del tutto fuori stagione, che proietterà i termometri fino a sfiorare la soglia dei 30°C.

L’Autunno, insomma, pare non volerne sapere di decollare, anzi l’anticiclone proveniente dalle terre sub-sahariane, tipico dell’Estate, tornerà ad allungarsi, quasi sorprendentemente, su gran parte del bacino del Mediterraneo, con conseguenze notevoli anche sull’Italia, specie su alcuni settori del nostro Paese.

Siamo dunque alla vigilia di un’ottobrata-bis dopo quella che abbiamo vissuto a inizio mese e che è durata più o meno una settimana. A cavallo del weekend del 15 e 16 Ottobre un primo, seppur timido, aumento della pressione farà si che il meteo torni stabile su gran parte del Paese.

Giocoforza anche le temperature inizieranno a salire, approfittando di un generoso soleggiamento, anche se lo faranno in maniera ancora irregolare, a causa soprattutto di alcuni disturbi che potranno interessare il comparto tirrenico, la Liguria e le regioni settentrionali, aree dove avremo un minor irraggiamento per via di numerosi e talora compatti passaggi nuvolosi.

Ma la nostra attenzione si concentra sull’inizio della prossima settimana quando un promontorio anticiclonico verrà alimentato da venti molto caldi in risalita dalle terre sahariane.

Le temperature saliranno, fino a toccare punte quasi estive: a titolo di esempio, sulle due Isole maggiori la colonnina di mercurio si inerpicherà fino alla soglia dei 27/28°C e addirittura nelle zone più interne non è da escludere che possano sfiorare i 30°C.

Ma un caldo fuori stagione lo si avvertirà anche sul resto del Paese dove i termometri saliranno quanto meno intorno ai 25/26°C; solo su alcuni tratti della Valle Padana le temperature potrebbero temporaneamente (prima parte della mattinata) rimanere più basse a causa della presenza di nebbie, foschie e nubi basse, classiche conseguenze delle alte pressioni autunnali.

Difficile al momento sapere quando durerà questa ennesima parentesi di caldo fuori stagione, anche se i centri di calcolo, al momento, paiono intravedere un possibile cambiamento a cavallo del successivo weekend, quello del 22/23 Ottobre.

Attendiamo conferme. Intanto vediamo ora, più nel dettaglio, le previsioni per i prossimi giorni

SABATO 15 Ottobre:

Sull’Italia inizia ad espandersi un vasto anticiclone africano, il tempo si stabilizza sempre più da Nord a Sud. La giornata trascorrerà all’insegna di un cielo a tratti coperto sulle pianure del Nord, con foschie mattutine; qualche isolata pioviggine potrà interessare la Liguria, l’alta Toscana e i settori alpini orientali. Al Sud, bel tempo prevalente per tutta la giornata.

NORD

Al mattino, cielo a tratti coperto al Nordovest, foschie sulla Pianura Padana e qualche isolato rovescio sui rilievi dell’Alto Adige. Dopo metà giornata qualche isolata pioviggine potrà interessare il Levante ligure, mentre sulle pianure saranno possibili addensamenti nuvolosi anche piuttosto compatti. Altrove, più sole.

Temperature

Valori massimi fino a 23 gradi a Milano, 24 a Bologna.

CENTRO e SARDEGNA

Molte nubi al mattino sull’alta Toscana, anche con qualche isolato piovasco; sul resto delle regioni il sole sarà maggiormente protagonista. Nel corso delle ore pomeridiane le nubi lasceranno il posto a un maggiore soleggiamento sulla Toscana, mentre altrove il sole sarà maggiormente protagonista.

Temperature

Valori massimi fino a 25 gradi a Roma, 24 a Firenze.

SUD e SICILIA

Alta pressione in ulteriore rinforzo. Al mattino subito molte nubi sul Nord della Sicilia, ma senza fenomeni associati; altrove, tutto sole. Dopo metà giornata, ancora bel tempo su tutte le regioni, con cielo sereno o al più poco nuvoloso. Clima mite.

Temperature

Punte massime fino a 24 gradi a Napoli, 25 a Palermo.

DOMENICA 16 OTTOBRE

Pressione in ulteriore rinforzo. Flussi più umidi meridionali associati all’espansione di un campo di alta pressione sul nostro Paese determinano condizioni di tempo un po’ grigio su tutto il Nord, con isolate pioviggini più probabili sul Piemonte occidentale. Sul resto d’Italia invece avremo un maggiore soleggiamento, in un contesto termico caldo per il periodo.

NORD

Al mattino subito molte nubi sulle zone di pianura e lungo le coste, con possibili riduzioni di visibilità dovute alla nebbia. Dopo metà giornata le nubi si dissolveranno parzialmente, e il cielo risulterà così poco nuvoloso su tutte le regioni.

Temperature

Valori massimi fino a 21 gradi a Milano, 23 a Bologna.

CENTRO e SARDEGNA

L’anticiclone africano inizia ad espandersi con sempre maggiore vigore anche sulle nostre regioni; al mattino una maggiore nuvolosità potrà interessare le coste della Toscana, mentre altrove avremo un più ampio soleggiamento. Sulla Sardegna, tutto sole e temperature tipiche del periodo estivo.

Temperature

Punte massime di 24 gradi a Roma e Firenze, 25 gradi a Cagliari.

SUD e SICILIA

Il tempo si stabilizza del tutto sulle nostre regioni: grazie a un redivivo anticiclone africano la giornata risulterà stabile e ampiamente soleggiata su tutte le regioni peninsulari e sulla Sicilia. Non sono infatti previste precipitazioni.

Temperature

Punte massime di 26 gradi a Palermo, 24 a Napoli, 23 a Catanzaro.

Meteo Nazionale 15-16 Ottobre

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Mondiale calcio 2022 olandavsqatar per il girone A

Mondiale calcio 2022 l’Olanda sfida il Qatar per garantirsi il passaggio del turno, mentre i qatarioti devono provare a salvare la faccia

Dopo 45 anni si ritrovano studenti ITIS di Castellammare

Dopo quarantacinque anni si sono ritrovati gli studenti di una classe dell'ITIS allora denominato Marconi di Castellamare