Juve Stabia – AZ Picerno 1 – 0. Il Podio Gialloblu.

La Juve Stabia torna alla vittoria casalinga superando di misura il Picerno. La squadra di Colucci si gode i tre punti grazie allo splendido gol di Mignanelli

PODIO

Medaglia d’oro: a Daniele Mignanelli, il cui mancino fa volare la Juve Stabia. Seconda rete in campionato per il terzino che segna quanto un attaccante, punto fermo dei gialloblu e giustamente intoccabile. Dopo il brevissimo periodo di alternanza con Dell’Orfanello, Mignanelli non ha più tolto la maglia da titolare ripagando Colucci con gol, giocate di qualità e tanto equilibrio al servizio della squadra. Bellissimo il sinistro che spedisce all’incrocio, come scherzosamente aveva chiesto alla vigilia Colucci, risolvendo una gara che si era fatta ingarbugliata.

Medaglia d’argento: a Davide Barosi, il portiere dello stile normale che fa cose straordinarie. Impassibile, calmo, a tratti statico ma prodigioso nelle poche occasioni in cui un portiere deve rispondere. L’ex Grosseto firma anche il successo sul Picerno con la paratissima su De Cristofaro nel primo tempo e poi, nel finale, tenendo posizione e riflessi pronti su Diop e Gerardi. Tra i tanti bei colpi del diesse Di Bari con la Juve Stabia, Barosi è forse il più azzeccato.

Medaglia di bronzo: Davide Cinaglia, sempre più sicuro al centro della difesa. Prova di sostanza per il 13 gialloblu, che sbroglia le pratiche lucane come fa un preciso contabile con noiose fatture. Senza alcuna incertezza la sua prestazione, calma ma anche furiosa quando difende Scaccabarozzi provocato a terra da De Ciancio: al di là del giallo evitabile, episodio che conferma quando Cinaglia si senta leader dello gruppo, insieme a tanti altri.

CONTROPODIO

Medaglia d’oro: ad Alberto Gerbo, non a suo agio nello sbrigare compiti di solito affidati e Berardocco. L’ex Ascoli non trova la giocata giusta e, in generale, poco pare essere a suo agio nella posizione da classico regista. Sanguinosi alcuni palloni persi; poche sono le buone idee che lo assistono. Ha il merito però di guadagnare il corner da cui nasce il gol di Mignanelli con la conclusione deviata da Crespi.

Medaglia d’argento: a Tommaso Maggioni, timido in fase di spinta. Nelle ultime settimane il numero 96 pare più bloccato sulla linea difensiva e meno libero di sgasare: che siano indicazioni del tecnico, dinamiche delle singole gare o altro ancora non è chiaro. Sui calci piazzati si conferma però risorsa importante: suo il palo di inizio gara.

Medaglia di bronzo: a Manuel Ricci, sfortunato attore solo per i primi 22 minuti. Pochi minuti per lui in cui rimedia un noioso infortunio che colpisce il reparto già orfano di Berardocco e la sensazione che si trovi più a suo agio sulla linea mediana che su quella degli esterni alti.

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

I calciatori più eccentrici del Napoli e non solo

Il Napoli di Spalletti sta incantando in Italia e in Europa sia per la qualità del gioco espresso e sia per la sua capacità di produrre gioco

Mondiale calcio 2022 olandavsqatar per il girone A

Mondiale calcio 2022 l’Olanda sfida il Qatar per garantirsi il passaggio del turno, mentre i qatarioti devono provare a salvare la faccia